Fabrizio Corona: la busta paga in carcere è di 89,04 euro

By on marzo 21, 2014

foto fabrizio coronaFABRIZIO CORONA: LETTERE DAL CARCERE. Dal gennaio 2013 Fabrizio Corona è in carcere ma nonostante questo, l’ex Re dei paparazzi continua a far parlare di sé i rotocalchi e sul web, grazie alle lettere che invia a persone a lui care ed alla pubblicazione del suo libro “Mea Culpa – Voglio che mio figlio sia orgoglioso di me”. E difatti solo un paio di settimane fa Fabrizio Corona è stato al centro del gossip e della cronaca per via proprio della sua ultima lettera scritta al direttore di “Chi”, Alfonso Signorini, con la quale lo informava della decisione del gip di Milano, pronunciatosi a favore della sua istanza per la riduzione della pena, che è stata infatti rideterminata da 13 anni e 2 mesi a 9 anni, con uno “sconto” – per così dire – di 4 anni e 2 mesi, ma non è tutto.

FABRIZIO CORONA: PENA RIDOTTA DI 4 ANNI E 2 MESI. Sempre ad Alfondo Signorini infatti, Fabrizio Corona ha fatto sapere inoltre di essere nei tempi per chiedere una pena alternativa; una possibilità, riguardo alla quale però l’ex Re dei paparazzi fa sapere di non avere fretta ed anzi, ha sottolineato che:

“Affronto i compiti che ho davanti e li porto a compimento uno a uno.” e prosegue “Concentro l’attenzione su ogni singolo passo, ma al tempo stesso cerco di avere una visione globale e di guardare lontano.” .

FABRIZIO CORONA AMMETTE CHE IL CARCERE GLI HA FATTO BENE. E proprio i passi ed il percorso fatto da Fabrizio Corona in carcere è stato indubbiamente molto ma molto duro, tanto che sul web erano persino circolate voci di un suo tentativo di suicidarsi – benchè mai confermate – e che vedono oggi un Fabrizio Corona nuovo, che si confessa peraltro grato di questa esperienza carceraria della quale dice:

“Mi ha fatto bene, mi ha reso un altro” e rispetto alla quale aggiunge “Un giorno uscirò mi riprenderò tutto, ma solo quello che ho capito di volere veramente e per cui vale la pena vivere.”.

FABRIZIO CORONA, VUOLE ESSERE ORGOGLIOSO DI SE’ STESSO. Una libertà che quindi Fabrizio Corona per il momento ritiene lontana, in virtù di un percorso di crescita personale, che a quanto sembra non sente ancora di aver concluso e sul quale pare intende procedere, come fa sapere fino a quando “potrò guardarmi allo specchio ed essere orgoglioso di me”, come spiega:

“La libertà dovrà arrivare quando avrò finito il mio percorso di uomo nuovo, quando potrò essere veramente felice ed a riuscire a godere delle piccole cose della vita, vivere di amore senza compromessi e doppi fini, essere vero, essere me stesso, costruire per creare e lasciare il segno, non avere più sensi di colpa”.

FABRIZIO CORONA: BUSTA PAGA DA 89 EURO! Ebbene si, perchè su questo Fabrizio Corona non ha dubbi “Un giorno uscirò e mi riprenderò ciò che ho capito di volere veramente“; ma nel frattempo l’ex Re dei paparazzi lavora duro in carcere, ove ha scritto un libro, continua a praticare regolarmente attività fisica, è impegnato in molti progetti che riguardano i detenuti e tanto altro, dietro il corrispettivo di una busta paga di 89,04 euro netti! Una cifra mensile pari neanche a 3 euro al giorno, ben diversa rispetto alle somme di denaro alle quali l’ex Re dei paparazzi era abituato, diffusa via social ieri con la pubblicazione della sua busta paga ad opera dei suoi fidati amici e collaboratori sulla sua pagina Facebook ufficiale, dietro sua richiesta, a sottolineare che oggi Fabrizio Corona, dimentico di quella che era la sua vita sotto i riflettori, stà ritrovando il contatto con la realtà e stà imparando a dare la giusta misura alle cose, come spiega il post in apertura:

“Buongiorno, oggi su richiesta di Fabrizio, pubblichiamo la busta paga del suo attuale lavoro presso la casa circondariale di Opera.” sottolineando “Normale tra i “normali”.“

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *