Le due leggi, il riassunto della seconda e ultima puntata

By on marzo 27, 2014
foto miniserie le due leggi

text-align: center”>foto miniserie le due leggi

LE DUE LEGGI – Si è conclusa ieri sera con la seconda e ultima parte la miniserie prodotta da RED Film in collaborazione con Rai Fiction e diretta da Luciano Manuzzi. La puntata ha fatto registrare 4.178.000 telespettatori e uno share del 14,38%.

LE DUE LEGGI: Nel cast della fiction compaiono Elena Sofia Ricci (Adriana Zanardi), Enrico Ianniello (Andrea), Massimo De Francovich (Misiti), Gaetano Bruno (Giacomo Pratelli), Luigi Petrucci (Di Renzo), Sara D’Amario (Katia), Anna Melato (Giorgia), Augusto Zucchi (direttore generale), Maurizio Lastrico (Pierpaolo), Ilaria De Laurentiis (Camilla), Riccardo Zinna (Leccisi), Fabio Bussotti (Serra), Mauro Marchese (Gioielli) e Marina Pennafina (Carmela).

LE DUE LEGGI – Ecco cosa è successo nella seconda puntata (qui il riassunto della prima).

http://www.lanostratv.it/wp-includes/js/tinymce/plugins/wordpress/img/trans.gif

foto-1-le-due-leggi

LE DUE LEGGI – Seconda puntata: Dopo essersi autodenunciata, ma comunque intenzionata a scoprire la verità, Adriana finisce in carcere. Qui riceve la visita di Andrea, il quale resta basito nel momento in cui la moglie rifiuta il piano di difesa pensato dall’avvocato. Egli, infatti, vorrebbe presentarsi in tribunale con una richiesta di infermità mentale. Adriana, profondamente irritata, manda via l’avvocato, mentre Andrea le consiglia di pensarci bene perché così mette a rischio anche la sua famiglia. La bancaria però è un tipo tosto e non cede: incontra il suo nuovo avvocato, Giacomo Pratelli, il quale è un tipo assai losco e ha le mani in pasta con alcuni affari di Misiti, il direttore della banca. Le intenzioni sono quelle di mettere a tacere la Zanardi in qualche modo, ma Pratelli si rende conto dell’importanza del senso di giustizia della sua cliente e quindi decide improvvisamente di stare dalla sua parte. Nel frattempo Adriana resta in prigione, dove conosce Katia, una donna condannata per furto ma che ha modo di raccontarle la sua storia: è stata infatti “costretta” a rubare per poter pagare le rate del mutuo di casa arrivate alle stelle. La donna ha anche perso l’affido della figlia. Il racconto non fa che istigare Adriana a riflettere sui contratti firmati dalla sua banca nel corso degli anni e sul modo di comportarsi dei impiegati dell’Istituto di credito, facendole sorgere ancora più dubbi. Una volta uscita di prigione, però ha da vedersela con i problemi familiari,  tra cui quelli con sua figlia Camilla che ha cominciato a frequentare un uomo più grande di lei, suscitando le preoccupazioni della madre.

Se da una parte si infittiscono le discussioni tra le due donne, dall’altra, nonostante qualche piccolo momento di serenità, Andrea smette di parlare con sua moglie. Adriana si concentra quindi sulle sue azioni e assieme a Pratelli cerca di scoprire cos’è che ha reso l’imprenditore Berdini e Katia vittime della sua banca. La verità viene a galla in un attimo: i due hanno sottoscritto un fondo ad alto livello speculativo che gli ha prosciugato ogni bene e che li ha costretti infine a dover svendere i loro immobili a persone che avevano un interesse di guadagno, tra i quali compare anche il perfido Gioielli. Ma cosa ancora più grave è il coinvolgimento di Misiti nella faccenda, il quale figura come beneficiario di queste vere e proprie truffe. Nel frattempo Andrea la lascia, ma la bancaria si trova almeno accanto sua figlia Camilla, con la quale finalmente si riappacifica. Adriana denuncia la truffa e affronta Misiti. Poi tutti i responsabili vengono arrestati. Ma il processo c’è anche per lei, e viene condannata per appropriazione indebita a un anno e sei mesi di reclusione. La giuria però tiene conto dei fatti che l’hanno coinvolta e decide per la sospensione condizionale della pena con pagamento delle spese processuali. Katia esce di prigione, e Adriana le porta sua figlia. Il tribunale ha revocato l’affido e lei, assieme ad altre centoquindici persone dovrà fare causa alla banca per ottenere il risarcimento. Pratelli condurrà l’impresa e vuole Adriana accanto a sé.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *