Linea Verde approda in Tunisia: domenica 30 marzo 2014 emozioni mozzafiato con un viaggio nel Sahara

By on marzo 29, 2014
sahara

text-align: center”>Linea Verde

LINEA VERDE VARCA I CONFINI DEL DESERTO! Oasi, palme e dromedari: domenica 30 marzo alle 12.20 su Rai1 nuovo entusiasmante appuntamento con Linea Verde, che questa settimana uscirà dai confini nazionali e approderà in Tunisia, di fronte al grande Erg Orientale, una delle aree più belle del deserto del Sahara, con i suoi colori intensi e le sue dune di sabbia. Un luogo di grande fascino per i viaggiatori, che da secoli lo raggiungono e ne restano ammaliati, un posto che racconta una storia di adattamento non facile per le popolazioni locali, le quali sono costrette a cercare nelle poche oasi tutto ciò di cui hanno bisogno per vivere (nella gallery sottostante sono disponibili alcune foto scattate durante le puntate precedenti).

mattoni-di-carta

DALLA TUNISIA AI CONFINI CON L’ALGERIA. Da Ovest ad Est: Patrizio Roversi e Ingrid Muccitelli visiteranno i luoghi più famosi della Tunisia, seguendo in parte i progetti che la Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri sostiene in queste aree, fra cui il progetto di Rijm Maatoug, avviato nel lontano 1990, ma che oggi è quasi giunto alla conclusione, che sostiene le popolazioni nomadi e semi-nomadi che vivono nel sud del paese, a poca distanza dal confine con la vicina Algeria. Trattasi di un progetto molto complesso, grazie al quale quasi 2500 ettari di territorio sono stati sottratti alla desertificazione, con la riproduzione artificiale dell’oasi che ha visto il recupero di acqua fossile nascosta sotto il deserto. Oggi Rijm Maatoug è un villaggio che si snoda per quasi 30 chilometri, con servizi medici, scuole, strutture residenziali e non solo.

LINEA VERDE IN VIAGGIO NEL SAHARA. Una finestra verrà aperta anche sull’oasi di Tozeur e sulla sua famosa medina, prima di proseguire il viaggio verso il mercato di Douz, l’antica porta del deserto dalla quale giungevano le carovane che attraversavano il Sahara con la mercanzia. Tutt’oggi, il suk di Douz, con le sue spezie, i suoi dromedari e il suo artigianato, è attivissimo e permette di capire molte cose sulla cultura dei berberi che vivono in questi luoghi. Ospite d’eccezione sarà un antropologo italiano, Marino Zecchini, che da oltre 30 anni vive in Tunisia: con lui potremo capire come si è passati dal concetto di suk a quello di mercato globale anche a queste latitudini, prima di ascoltare la storia di un altro italiano che vive ai confini del deserto da quasi un ventennio. La puntata si concluderà nei pressi dei villaggi di Toujane e Matmata, nel territorio dei villaggi ipogei che si sono sviluppati sotto il livello del terreno e degli ksour, antichi granai fortificati. Anche qui la cooperazione svolge una funzione importante dando nuova linfa alle antiche tradizioni artigianali come quella della tessitura e colorazione dei tappeti. E’ in quest’area che risiede l’Institut des Régions Arides di Medenine, che si occupa dello studio degli animali e delle piante dei territori aridi. Linea Verde è un programma di Dario Di Gennaro, Lucia Gramazio, Paolo Marcellini e Nicola Sisto, diretto da Daniele Carminati e prodotto da Rosaria Rumbo. L’appuntamento è per domani alle 12.20 su Rai1 (clicca qui se non hai seguito la puntata precedente, trasmessa dall’Umbria, il “polmone” d’Italia).

A precedere l’appuntamento domenicale con Linea Verde è stata anche questa settimana la rubrica Orizzonti, trasmessa sabato dalla Svizzera Pesciantina, la“Chocolate Valley” italiana, in provincia di Pistoia (LEGGI QUI).

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *