Matteo Renzi al contrattacco: intervista al Tg1, stoccate contro Grillo e Cgil

By on marzo 23, 2014
Renzi al Tg1, intervista a tutto campo

text-align: center”>Renzi al Tg1, intervista a tutto campo

MATTEO RENZI, LODI A OBAMA E ATTACCHI CONTRO BEPPE GRILLO E SUSANNA CAMUSSO. Invoca il principio di giustizia sociale e bacchetta i detrattori, vecchi e nuovi, delle sue politiche, il presidente del Consiglio nell’intervista a tutto campo concessa al Tg1. Per il leader democratico sembra arrivato il momento del contrattacco nei confronti di tutti coloro che, dal giorno del suo insediamento a Palazzo Chigi, hanno espresso critiche e perplessità sul programma di governo del centrosinistra allargato ad Alfano e “moderati” ex Pdl. Al centro del dibattito, in questi giorni, la road map su lavoro ed economia, con un ventaglio di misure di forte impatto annunciate in pompa magna ed ancora da tradurre in atti concreti con tanto di coperture finanziarie. Jobs Act, taglio dell’Irpef sui lavoratori con reddito inferiore ai 1500 euro mensili e riduzione dell’Irap per le imprese sono provvedimenti destinati ad incidere sensibilmente sul bilancio dello Stato e di milioni di famiglie da qui ai prossimi mesi, ma non manca chi dubita della reale portata di simili misure, sulla cui garanzia in termini legislativi rimane per adesso un grande punto interrogativo.

tg1-news-in-diretta

MATTEO RENZI, NELL’INTERVISTA AL TG1 STOCCATE A GRILLO E CAMUSSO. Delle riserve di Cgil e Confindustria, al momento, il premier non vuole discutere, anche se qualche battuta sul tema non tarda ad arrivare: “A me interessa il consenso degli italiani, non delle associazioni” ha precisato Renzi al microfono del telegiornale della rete ammiraglia Rai, non lasciandosi scappare l’occasione per rispolverare il sempreverde motto “ce ne faremo una ragione”. Lo slogan del momento, però, strizza l’occhio all’elettorato progressista, tradizionalmente assai sensibile al concetto-chiave di “giustizia sociale” e adesso in crisi d’identità per la mancanza di un’adeguata rappresentanza parlamentare oltre che di un’azione di governo in linea con le parole d’ordine storiche della sinistra italiana. “Non è possibile che l’amministratore delegato di una società guadagni mille volte in più rispetto all’ultimo degli operai”, incalza il sindaco “rottamatore” approdato a Palazzo Chigi per consegnare alla storia la stagione delle larghe intese targate Monti e del solo in parte simile esperimento dell’esecutivo Letta, aggiungendo poi che “occorre dare un po’ meno a chi prende milioni e rimettere in moto il ceto medio.

MATTEO RENZI CONTRO GRILLO E CGIL AL TG1. Inevitabile, considerato il clima tutt’altro che idilliaco tra maggioranza e opposizione, la stoccata al principale avversario politico di questo periodo, quel Beppe Grillo capace di rifilare stilettate durissime in diretta streaming di fronte al primo ministro incaricato senza esclusione di colpi per lanciare un segnale inequivocabile a popolo 5 stelle, anche in chiave futura. “Se vuoi rilanciare offendendomi fallo pure”, manda a dire il segretario Pd all’indirizzo del fondatore del M5S, rivendicando a gran voce la scelta di “occuparsi delle famiglie italiane in contrapposizione all’intransigenza dei pentastellati. L’ultimo pensiero va infine al modello Barack Obama, col quale Renzi avrà un incontro ufficiale il prossimo 27 marzo: “Gli chiederò consigli perché gli americani son tornati ad investire, facendo scendere la disoccupazione.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *