Oscar 2014, ecco i probabili vincitori

By on marzo 2, 2014
Matthew McConaughey e Jared Leto

text-align: justify”>Matthew McConaughey e Jared LetoI CANDIDATI AGLI OSCAR 2014. 2 marzo 2014, la notte degli 86esimi Academy Awards è finalmente arrivata a concludere una corsa che non è mai stata così serrata e dal risultato così imprevedibile. La cerimonia si prefigura come una corsa a tre, i cui protagonisti sono Gravity (10 nomination), American Hustle (10 nomination) e 12 Anni Schiavo (9 nomination): uno strapotere e un equilibrio simile nelle candidature non si vedeva da oltre 20 anni. La competizione è apertissima soprattutto nelle categorie che premiano gli attori, segno che il 2013 è stata un’ottima annata per il cinema americano (e non solo).

12-anni-schiavo

IL PROBABILE VINCITORE DELLA CATEGORIA “MIGLIOR FILM”. I film candidati all’Oscar più importante quest’anno sono ben nove: American Hustle, il film di truffa ambientato negli anni ’80 col super-cast Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper e Jennifer Lawrence; Captain Phillips, thriller biografico con Tom Hanks; Dallas Buyers Club, film drammatico con Matthew McConaughey e Jared Leto; Gravity, odissea nello spazio con Sandra Bullock e George Clooney; Her, love story futuristica con Joaquin Phoenix; Nebraska, road movie in bianco e nero; Philomena, tragica storia vera con Judi Dench; 12 anni schiavo, film ambientato negli Stati Uniti di metà Ottocento; The Wolf of Wall Street, black comedy di Martin Scorsese e con Leonardo Di Caprio. 12 anni schiavo sembrerebbe il favorito alla vittoria della statuetta: negli ultimi anni, l’Academy ha mostrato di essere estremamente sensibile al fascino del film storico (2009 The Hurt Locker, 2010 Il discorso del re, 2011 The Artist, 2012 Argo). Ma Gravity, il film di maggior successo commerciale tra quelli in lizza, è un altro candidato forte: a perorare la sua causa, Gravity ha il virtuosismo tecnico della direzione e della fotografia che farà la storia del 3D, un’interpretazione stellare da parte di Sandra Bullock e una sceneggiatura incalzante ed emozionante.

I PROBABILI VINCITORI DELLE CATEGORIE ATTORI. Il vero rompicapo di quest’anno riguarda l’Oscar al miglior attore, come dimostra il fatto che Christian Bale (American Hustle), tra i due o tre attori migliori della sua generazione, non sia tra i favoriti. Tra gli altri nominati, Bruce Dern (Nebraska), Leonardo Di Caprio (The Wolf of Wall Street), Chiwetel Ejiofor (12 Anni Schiavo) e Matthew McConaughey (Dallas Buyers Club), la lotta sembrerebbe limitarsi a Di Caprio, che nonostante la carriera eccellente e le molte nomination non è mai riuscito a vincere (ogni anno l’Academy sembra volergli dire “Tranquillo Leo, sarà per la prossima volta”), e McConaughey, che dopo anni di commedie romantiche e thriller di secondo piano sembra aver ottenuto la fiducia di Hollywood con copioni cinematografici e televisivi di spessore. L’interpretazione di McConaughey nel film per cui è nominato coniugata con le grandi performance in The Wolf of Wall Street e nella serie tv True Detective, attualmente in onda negli Stati Uniti, potrebbero dimostrare a Di Caprio, per l’ennesima volta, che a Hollywood il tempismo è determinante. La miglior attrice sembra debba essere Cate Blanchett, protagonista dell’ultimo film di Woody Allen, Blue Jasmine; qualora l’Academy dovesse scegliere di cautelarsi dalle inevitabili polemiche per un riconoscimento al film di un presunto pedofilo, Sandra Bullock o Amy Adams potrebbero avere una chance. Judi Dench e Meryl Streep, veterane plurivincitrici, dovranno con tutta probabilità farsi da parte. Il candidato più forte all’Oscar per il miglior attore non protagonista è Jared Leto, la cui interpretazione nel ruolo di transessuale malato di HIV in Dallas Buyers Club ha riscosso enormi consensi da parte della critica; gli altri candidati sono Bradley Cooper (American Hustle), Michael Fassbender (12 Anni Schiavo), Jonah Hill (The Wolf of Wall Street) e Barkhad Abdi (Captain Phillips). Le candidate all’Oscar per la miglior attrice non protagonista sono Sally Hawkins (Blue Jasmine), Jennifer Lawrence (American Hustle), Lupita Nyong’o (12 Anni Schiavo), Julia Roberts (Osage County), June Squibb (Nebraska). Se valesse il ragionamento sul tempismo e soprattutto se nelle altre categorie i suoi colleghi di American Hustle dovessero rimanere a bocca asciutta, la statuetta andrebbe senza dubbio a Jennifer Lawrence, che l’anno scorso è stata premiata come miglior attrice per Il lato positivo e si è messa in buona luce nel grande successo di botteghino di Hunger Games; per l’intensità dell’interpretazione in 12 Anni Schiavo e per il peso specifico del film, la favorita è invece Lupita Nyong’o.

MIGLIORE REGIA, MIGLIOR FILM STRANIERO, MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE. La categoria miglior film straniero torna a interessare l’Italia, che con La grande bellezza trova la prima candidatura in ben otto anni (l’ultima era arrivata per La bestia nel cuore di Cristina Comencini); un ritorno sul palcoscenico losangelino di tutto rispetto, visto che proprio il film di Paolo Sorrentino, dopo essersi aggiudicato il Golden Globe, è il favorito per la vittoria finale agli Oscar. Tra le altre categorie principali, la corsa per la migliore regia sembra chiusa da mesi: con GravityAlfonso Cuaron dovrebbe vincere l’Oscar, a scapito di avversari di razza quali Martin ScorseseSteve McQueenAlexander Payne e David O. Russell. I candidati al miglior film d’animazione sono Cattivissimo me 2, il Disney Frozen, Si alza il vento di Hayao Miyazaki, il franco-belga Ernest & Celestine e il film ambientato nell’età della pietra I Croods: probabile vincitore è il lungometraggio Disney, che dopo anni di sceneggiature originali porta sul grande schermo una fiaba di Hans Christian Andersen, sperando di ottenere quel successo che è mancato a Rapunzel nel 2011.

I PRESENTATORI E GLI OSPITI DELLA SERATA. La cerimonia, condotta da Ellen DeGeneres, vedrà la partecipazione di Jim Carrey, Robert De Niro, Harrison Ford, Whoopi Goldberg, John Travolta, Emma Watson e molti altri in qualità di presentatori dei premi, e  U2, Pink e Pharell Williams in qualità di ospiti musicali. La serata verrà trasmessa in Italia da Sky Cinema Oscar a partire dalle 22.50 col red carpet e dalle 2.30 con la premiazione (leggi qui per tutti i dettagli sulla copertura mediatica italiana degli Oscar).

About MartinaCervino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *