Oscar 2014, gli abiti più belli (e più brutti) delle star presenti alla cerimonia

By on marzo 3, 2014
Kate Hudson, Lupita Nyong'o, Cate Blanchett, Jennifer Lawrence, Angelina Jolie

text-align: justify”>Kate Hudson, Lupita Nyong'o, Cate Blanchett, Jennifer Lawrence, Angelina JolieIL RED CARPET DEGLI OSCAR, UN EVENTO NELL’EVENTO. In una serata all’insegna della prevedibilità e, tutto sommato, del buon senso nell’assegnazione dei premi, almeno il tappeto rosso degli Oscar 2014 ha dato come sempre le sue soddisfazioni ai gossippari di tutto il mondo. Hanno sfilato abiti brutti, abiti molto brutti, abiti molto belli… e una delle attrici nominate è riuscita a inciampare negli appena 150 metri di red carpet (sempre meglio di come le andò l’anno scorso, quando inciampò mentre andava a ritirare una statuetta, sotto gli occhi di tutta la sala). Rivediamoli tutti nell’ampia gallery subito dopo il salto.

amy-adams-oscar

GLI ABITI PIÙ BELLI. Sul podio delle meglio vestite di questa ottantaseiesima edizione degli Academy Awards vanno Naomi Watts, Kate Hudson ed Amy Adams, con Lupita Nyong’o appena più in basso. Naomi Watts ha sfoggiato un lungo abito color avorio di Calvin Klein a maniche corte e con spacco vertiginoso, che con l’aiuto di un paio di sandali stiletto molto alti ha reso la figura della 45enne semplicemente statuaria; irrinunciabili, a completare il look, i gioielli e la clutch firmati Bulgari. Kate Hudson indossava uno sfavillante abito bianco che fasciava alla perfezione la sua silhouette, con scollatura profondissima (che ricordava molto i look della collega Amy Adams in American Hustle) e drappeggio voluttuoso. Amy Adams ha sfilato sul tappeto rosso con un lunghissimo abito blu notte di Gucci con risvolti che richiamano lo smoking sul corpetto privo di spalline e dettagli stile peplum sui fianchi. Lupita Nyong’o, tra le protagoniste della premiazione col suo Oscar alla migliore attrice non protagonista, è stata anche molto apprezzata per il suo abito firmato Prada, voluminoso ma leggero, color blu ghiaccio; l’attrice ha attirato l’attenzione anche per il cerchietto dorato, accessorio che non si vede spesso su un red carpet e che ha conferito un tocco di frivolezza al taglio di capelli cortissimo. Splendido anche l’abito nero di Charlize Theron, mentre ha un po’ deluso Jennifer Lawrence, che non solo è inciampata sul red carpet, ma lo ha fatto in un Dior dello stesso punto di rosso sfoggiato agli Oscar 2011, alla premiere di Hunger Games nel 2012 e ai Golden Globes 2013.

GLI ABITI PIÙ BRUTTI. Nella baraonda di colori dei red carpet è facile concentrarsi solo sui look improntati al buon gusto e all’eleganza, ma quest’anno vanno sottolineati anche i notevoli scivoloni da parte di personaggi insospettabili. Julia Roberts, un tempo sinonimo di classe (basta ripensare al Valentino che indossava nel 2001 quando ricevette l’Oscar per Erin Brockovich), ieri sera è apparsa un po’ trasandata nel suo Givenchy di pizzo nero, mentre Anne Hathaway, che nelle passate edizioni ha regalato al red carpet alcuni degli abiti più belli della storia degli Academy Awards, ha scelto un Gucci nero dal corpetto tempestato di borchie. Kerry Washington ha optato per un abito color lavanda di Jason Wu, che però aveva più l’aria di un lenzuolo (sgualcito) tenuto fermo da una forcina; le abboniamo la pessima scelta solo perché sotto quel lenzuolo c’era un pancione di circa sette mesi.  Ingiustificabile è invece il look di Emma Watson, che nel suo Vera Wang metallico dimostrava ben più dei suoi 23 anni. In una categoria a parte rientra l’abito di Lady Gaga, un paillettatissimo Versace decisamente più adatto a un lampadario di Las Vegas che al più importante red carpet di Hollywood.

About MartinaCervino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *