Oscar 2014: i vincitori di tutte le categorie. ‘La grande bellezza’ di Paolo Sorrentino è il miglior film straniero

By on marzo 3, 2014
Oscar-2014-vincitori

text-align: center”>Oscar-2014-vincitori

OSCAR 2014, I VINCITORI – Finalmente i vincitori della Notte degli Oscar 2014 sono stati annunciati, e mai come nel corso dell’edizione appena conclusa le sorprese sono state così numerose. Per prima cosa l’Italia è tornata ad essere protagonista sul palco degli Academy a 15 anni dalla memorabile vittoria di Roberto Benigni: il miglior film straniero è stato infatti assegnato alla pellicola nostrana diretta da Paolo Sorrentino, “La grande bellezza”. Il regista, già vincitore del Golden Globe per lo stesso film, ha raggiunto il palco del Dolby Theatre ringraziando le proprie fonti di ispirazione: Fellini, Talking Heads, Scorzese e Maradona. Un felicissimo Steve McQueen ha ritirato la statuetta dedicata al Miglior Film grazie al suo “12 anni schiavo”, che ha ottenuto il premio per la Miglior sceneggiatura non originale; anche l’attrice giudicata Miglior attrice non protagonista è uno dei volti femminili della pellicola, Lupita Nyong’o. Gli altri interpreti premiati sono stati Cate Blanchett (Miglior attrice protagonista per “Blue Jasmine” di Woody Allen), e i colleghi Matthew McConaughey e Jared Leto, entrambi apparsi in Dallas Buyers Club, proclamati rispettivamente Miglior attore protagonista e non protagonista. Il super favorito Leonardo di Caprio (diretto da Scorzese in The Wolf of Wall Street)  è tornato a casa ancora una volta a mani vuote così come David O Russell, regista del film dieci volte nominato “American Hustle – l’apparenza inganna”.

 

sorrentino-servillo-oscar-2014

OSCAR 2014 – A “Gravity”, del cineasta messicano Alfonso Cuarón, è invece andato il primato di vincite grazie a ben sette statuette raccolte (Miglior regia, Migliori Effetti Speciali, Miglior Sound Mixing, Montaggio, Miglior Colonna Sonora e Miglior Fotografia). “Her” di Spike Jonze ha vinto (solamente) il premio per la Miglior Sceneggiatura Originale mentre Il Grande Gatsby si è aggiudicato i riconoscimenti per i costumi e le scenografie. Ecco il dettaglio di tutti i trionfatori della serata, suddivisi per categorie:

 

Miglior film: 12 anni schiavo di Steve McQueen

Migliore regia: Alfonso Cuarón (Gravity)

Migliore attrice protagonista: Cate Blanchett (Blue Jasmine)

Migliore attore protagonista: Matthew McConaughey (Dallas Buyers Club)

Migliore attrice non protagonista: Lupita Nyong’o (12 anni schiavo)

Migliore attore non protagonista: Jared Leto (Dallas Buyers Club)

Migliore sceneggiatura non originale: John Ridley (12 anni schiavo)

Migliore sceneggiatura originale: Spike Jonze (Her)

Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki (Gravity)

Migliore scenografie: Catherine Martin e Beverly Dunn (Il Grande Gatsby)

Miglior film straniero: La grande bellezza di Paolo Sorrentino (Italia)

Miglior film d’animazione: Frozen – Il regno di ghiaccio di Chris Buck, Jennifer Lee e Peter Del Vecho

Migliori effetti speciali: Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk e Neil Corbould (Gravity)

Migliore montaggio: Alfonso Cuarón e Mark Sanger (Gravity)

Miglior sonoro: Glenn Freemantle (Gravity)

Miglior montaggio sonoro: Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro (Gravity)

Miglior colonna sonora: Steven Price (Gravity)

Miglior canzone originale: Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez per Let It go (Frozen – Il regno di ghiaccio)

Miglior trucco e acconciature: Adruitha Lee e Robin Mathews (Dallas Buyers Club)

Migliori costumi: Catherine Martin e Beverley Dunn (Il Grande Gatsby)

Miglior documentario: 20 Feet from Stardom di Morgan Neville, Gil Friesen e Caitrin Rogers

Miglior corto documentario: The Lady in Number 6: Music Saved My Life di Malcolm Clarke e Nicholas Reed

Miglior cortometraggio: Helium di Anders Walter e Kim Magnusson

Miglior cortometraggio d’animazione: Mr. Hublot di Laurent Witz e Alexandre Espigares

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *