The Voice of Italy, Suor Cristina Scuccia: i motivi del successo inarrestabile della sua “No One”

By on marzo 22, 2014

text-align: justify”>

IL SUO R’N’B HA CONQUISTATO IL PIANETA. Chi l’avrebbe mai detto. Una suora che canta in un talent show. Eppure è successo ed è successo nella nostra Italia, patria di conservatori bacchettoni. Una standing ovation che ha commosso persino l’impertinente coach J-Ax, che ha letteralmente fatto il diavolo a quattro per avere Suor Cristina nel suo team. Un cammino che parte da Comiso, in Provincia di Ragusa, quello di Suor Cristina Scuccia. La nuova star di The Voice e del web ha voluto a aprirsi a Credere.it, raccontando se stessa, la sua passione per il canto e la chiamata improvvisa al servizio del Signore. Scartata da Amici e da XFactor, Suor Cristina è approdata a The Voice, partecipando alle avvincenti Blind Auditions e conquistando il pubblico in sala e quello da casa. Io ho un dono e ve lo do! – ha affermato Sorella Cristina mercoledì sera su Rai Due – Papa Francesco ci spinge a uscire, a evangelizzare. Se poi si evangelizza con Alicia Keys (che ha anche espresso il suo parere positivo su Twitter), poco importa. In poche ore, la performance di Suor Cristina ha fatto il giro del mondo, incuriosendo persino Whoopi Goldberg, pioniera del genere con il suo divertentissimo ruolo in Sister Act.

suor-cristina-1

ANCHE MASHABLE SU SUOR CRISTINA. La nostra non-conventional sister ha persino destato l’interesse dei più blasonati blog d’oltreoceano, come Mashable, che ha deciso di riportare un estratto dell’esibizione andata in onda mercoledì sera. Un video su YouTube da 10 milioni di visualizzazioni, quello della versione di “No One” di Suor Cristina. Un’esibizione convenzionale che non ha nulla di convenzionale, dalla voce, all’interpretazione, passando per il modo di scandire il tempo con il corpo. Una bianca che canta un brano di un’artista nera, una religiosa che interpreta una canzone profana. Una miscellanea di generi e intenti che è sfociata in un’esibizione forte, carica di energia e, se senza il velo in testa poteva valere 10, da suora vale mille. Un successo meritato per una religiosa anticonformista, generosa nell’emozionare e amante delle cose semplici. Suor Cristina si presenta a The Voice come una ragazza di venticinque anni, una ragazza che ha un sogno da realizzare e desidera condividere la sua passione con gli altri. Ecco che crollano tutti i paletti, le convinzioni, gli schemi rigorosi. La Chiesa si apre e accoglie, scambiando col “popolo” sogni e speranze. Una diffusione osmotica verso il mondo reale che dovrebbe far riflettere in positivo. E se è vero che quest’apertura può far crollare il sistema, non significa che vivremo nell’anarchia totale. Significa che non saremo più bianchi, non saremo più neri, non saremo più gay e non saremo più etero, non saremo atei o credenti: saremo semplicemente liberi.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *