La7 verso lo sciopero del 9 maggio contro i tagli di Cairo

By on aprile 23, 2014
la7 verso lo sciopero

text-align: center”>la7 verso lo sciopero

DIPENDENTI E CDR DEL TG LA7 IN SCIOPERO – È previsto per venerdì 9 maggio lo sciopero generale che coinvolgerà i dipendenti della rete televisiva di Urbano Cairo: preoccupati per i suoi tagli e la sua politica aziendale, i dipendenti di La7 chiedono che vengano presi provvedimenti concreti. Ad aderire alla protesta saranno tutti i lavoratori della settima rete italiana, compresi anche i giornalisti del TG LA7, il cui Cdr ha partecipato all’assemblea in cui si è discusso del “pesante clima d’incertezza presente in azienda”, come si legge nella nota dei sindacati Slc-CGIL, Uilcom-UIL e Fistel-Cisl. Nella stessa nota, i sindacati si sono espressi a favore dell’estensione dei diritti e del contratto aziendale ai precari ed ai neo assunti, oltre alla necessità di un piano industriale che possa rendere più chiare le prospettive future della rete.

crozza-nel-paese-delle-meraviglie

I PROGRAMMI CHE SALTERANNO E LE MOTIVAZIONI– Se lo sciopero sarà il 9 maggio, potranno non andare in onda (con le comprensibili conseguenze), oltre ai programmi del daytime e dell’access prime time, anche Crozza nel Paese delle Meraviglie e Bersaglio Mobile, due dei pilastri del nuovo palinsesto in vigore dallo scorso marzo. Al momento, pare che la prospettiva di un’astensione collettiva dal lavoro sia abbastanza inevitabile, soprattutto se non si troverà un accordo aprendo un tavolo di trattative. In una nota della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, che si schiera a fianco del Cdr del TG LA7, si legge che fra i principali motivi che porteranno allo sciopero non bisogna dimenticare “che con la scusa di un processo di risanamento, l’azienda non rispetta accordi sottoscritti con i lavoratori e specifiche previsioni del contratto di lavoro giornalistico, nonostante gli impegni assunti”. Infatti, stando a quanto si legge nella stessa nota della FNSI:

“[C’è] preoccupazione sul disinvestimento di interi settori produttivi a La7 annunciata dai lavoratori. Con la logica di tagli lineari dei costi imposta a fornitori esterni e a decisive strutture interne dell’emittente, si mette a rischio un pezzo importante dell’informazione del nostro Paese”.

Il 9 maggio si avvicina: ci sono ancora poco più di tre settimane per trovare un accordo.

About White Gold

Nato in un soleggiato mercoledì del 1990, dopo la maturità linguistica e una Laurea binazionale in Lettere, sto studiando Comunicazione e Culture dei Media. L'interesse per il mezzo televisivo è soltanto uno dei motivi che mi spinge a scrivere per questo blog, oltre a farmi intraprendere alcune esperienze nello studio di casi di comunicazione sociale alla Rai.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *