L’Eredità: Fabrizio Frizzi da questa sera al posto di Carlo Conti. Come se la caverà?

By on aprile 13, 2014
fabrizio-frizzi

text-align: center”>fabrizio frizzi conduce l'eredità

L’EREDITA’: CARLO CONTI CEDE IL PASSO A FABRIZIO FRIZZI – In tempi di rinnovamento per le reti televisive nazionali, anche per il pre-serale di Rai 1 è finalmente arrivato il momento di testare qualcosa di diverso rispetto a quanto, da 8 anni a questa parte, siamo abituati ripetutamente a vedere. Come ormai noto, non si tratta di nuovi lanci o di chissà quale significativo cambio di rotta, ma piuttosto dell’annunciatissimo arrivo di Fabrizio Frizzi come conduttore in prestito de L’Eredità, quiz show timonato da ben 8 anni dalle salde mani di Carlo Conti, ufficializzato nei giorni del Premio Regia Televisiva. Da questa sera, e fino al 26 maggio, toccherà dunque a Frizzi combattere la concorrenza (si prevede senza grosse difficoltà) di Gerry Scotti ad Avanti un Altro, in una staffetta che, se dovesse andare a buon fine, potrebbe ripetersi anche in futuro.

FABRIZIO FRIZZI SU L’EREDITA’: “DETESTO CHI ALLUNGA LE MANI SULLE COSE DEGLI ALTRI – A chiedere il cambio, come già noto, è stato lo stesso Conti che, dopo ben 1920 puntate (attimo più, attimo meno – cit.), con la scusa di dedicarsi al nuovo Si Può Fare, ha finalmente trovato l’occasione per divincolarsi di un programma che regge sì dal punto di vista degli ascolti, ma ormai arrivato ad un estremo livello di ripetitività anche nelle battute dello stesso Conti. Intervenuto su DavideMaggio.it, Fabrizio Frizzi ha così simpaticamente commentato il suo arrivo nel pre-serale di Rai 1:

E’ come se Carlo Conti mi prestasse l’auto, gliela restituirò e pagherò anche le bollette. Detesto chi allunga le mani sulle cose degli altri.

carlo-conti-fabrizio-frizzi

UN SALUTARE CAMBIO DI PASSO PER UN CARLO CONTI APPANNATO – Soltanto qualche settimana fa, in tempi non sospetti, il buon Frizzi, che appare rinato in questa ondata di novità che sta coinvolgendo il suo percorso artistico, dichiarava di sentire “Il peso della responsabilità” ma di essere allo stesso tempo felice per questa carica di adrenalina che, da questa sera, potrà finalmente scaricare, mentre noi saremo dall’altra parte dello schermo a guardare cosa cambierà e come lui si approccerà con domande e concorrenti. Ciò che aveva stufato della conduzione di Conti era l’ossessiva ripetizione di frasi e parole che oramai erano diventate monocorde, dall’ “Attimo più attimo meno” già citato qualche rigo in alto, all’onnipresente “Un pregio e un difetto” che puntualmente chiedeva al parente o amico di turno, fino al convulsivo “Sposato, fidanzato, single” ogni volta ripetuto con medesimo timbro ed espressione facciale.

COME SE LA CAVERÀ AL POSTO DI CONTI? –  Che Carlo Conti fosse stufo del quiz lo si era notato ormai da diverso tempo, in alcune puntate appariva sottotono e sembrava quasi come se fosse li a fare un favore a qualcuno; tutto questo anche a causa di un massacrante ciclo di messa in onda quotidiano che poco lasciava spazio alla creatività, anche per via della insensata puntata domenicale che null’altro faceva se non aggiungere ripetitività al contesto. Una bella staffetta su cui è difficile fare previsioni, non si ancora bene se il cambio verrà riproposto anche nella prossima stagione, ne tanto meno si riesce ad immaginare con chiarezza come Frizzi se la caverà a bordo del monitor rotante. Una cosa però è certa; nelle sue parole si evince voglia di divertirsi e sperimentare, segno che l’approccio sarà curioso e non invadente. Frizzi farà rimpiangere Carlo Conti? Di sicuro, non quanto Scotti ha fatto rimpiangere Bonolis…

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

5 Comments

  1. Fulvio

    aprile 14, 2014 at 13:12

    Ma che è ‘sta scemata???!!!
    Ma che fanno, copiano la strategia fallimentare di Canale 5 che ha portato al crollo verticale degli ascolti con il lardoso Scotto???!!! Ma allora questi sono proprio:

    S C E M I !!!!!

    che più scemi non si può! Ma a che serve poi, ‘sta staffetta? Vorrei entrare nel loro cervello marcio per capirlo, cioè, la gente si affeziona al programma per poi vederselo stravolgere con l’arrivo di un altro conduttore che nn c’entra niente? Ma perchè???? Ve lo dico io perchè, siete SCEMI e basta!

    • Rossella

      aprile 14, 2014 at 15:38

      Ci andrei piano con le illazioni! Questa operazione, tanto per cominciare, non compromette nessuno dei quattro protagonisti, a limite ci anticipa – anzi ci potrebbe anticipare- che saranno le punte di diamante delle prossime stagioni televisive.
      Frizzi, Bonolis e Scotti avranno modo di guadagnare terreno soprattutto nelle prime serate – ad oggi risentono dell’effetto talent che ha danneggiato quella generazione di conduttori che si è formata nelle radio- Conti al suo ritorno – con buona pace della critica- ritroverà un programma che ha saputo fare suo attraverso una conduzione che non avrà più il sapore del grigio anonimato o delle famose “milleproroghe”: Frizzi è altrettanto rassicurante, nel paragone usciranno due identità artistiche ben definite. Non dimentichiamo che Conti è uno dei papabili per la conduzione di Sanremo – lo danno addirittura in pole- e forse questa potrebbe rivelarsi una brillante strategia di rilancio; una tecnica finalizzata a restituirgli la luce migliore per calcare quel palco con personalità e carattere; tutto fa pensare ad un recupero del one man show, penso che le prossime stagioni televisive potrebbero avere quel sapore anni novanta… tremate tremate! Scherzo… 🙂

  2. Pingback: Sanremo 2015, la rivoluzione di Carlo Conti: nel cast anche i Dear Jack | LaNostraTv

  3. Pingback: Fabrizio Frizzi ritorna in TV dopo le nozze: l’intervista a La vita in diretta | LaNostraTv

  4. anna

    gennaio 3, 2015 at 21:18

    Fabrizio Frizzi,secondo me, è molto più simpatico e bravo di Carlo Conti che io adoro. Carlo Conti mi è sempre piaciuto, ma ritengo che Frizzi sia più adatto alla conduzione de l’Eredità. E’ più brillante, mette a proprio agio i concorrenti, ride in modo spontaneo, ha un modo di fare che mi piace molto e mi dispiace che dovrà lasciarlo a marzo. W Frizzi. Ma non possono riconfermarlo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *