Non Avere Paura – Un’amicizia Con Papa Wojtyla: ripercorriamo insieme le emozioni del film tv di Rai Uno, tributo all’amicizia e alla “semplicità”

By on aprile 28, 2014
foto non avere paura film tv

text-align: justify”>foto non avere paura film tv

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – Antefatto. Piccolo salto temporale di 33 anni (qui tutti i dettagli tecnici). È il 1981. Un alpinista è una giovane avvocato al centro dell’antefatto della storia. Lui è Lino Zani (Giorgio Pasotti), alpinista agli esordi con una passione viscerale per la montagna. Lei è Angela (Claudia Pandolfi), giunta all’Adamello per trascorrere le vacanze estive. I due si trovano subito in sintonia, tanto da spingere la ragazza a chiedere al suo amato di raggiungere Milano insieme a lei. L’amore per la montagna e per il suo lavoro costringono Lino a rifiutare: in un modo o nell’altro questo sarà il vero perno della storia. Prima di separarsi, Lino e Angela fanno ritorno al rifugio estivo e assistono, in tv, all’attentato al Papa di allora: Giovanni Paolo II.

non-avere-paura-un-amicizia-con-papa-wojtyla-foto-1

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – UN UOMO, UN PAPA. Sono passati alcuni anni dall’attentato a Papa Wojtyla (Aleksei Guskov). Nel frattempo Lino (Giorgio Pasotti), ancora non è riuscito a dimenticare Angela. Ben presto, le carte della vita di Lino vengono rimescolate grazie alla presenza di un gruppo di visitatori, accompagnati da un certo Don Stanislao (Ugo Dighero). È lo stesso religioso a comunicare una notizia davvero inaspettata per i gestori del rifugio. Papa Giovanni Paolo II si recherà presso di loro in compagnia del Presidente Della Repubblica, Sandro Pertini. Lino è invaso dall’emozione mentre, durante una scalata, riesce a intercettare l’elicottero che conduce il Papa presso il loro rifugio. La famiglia Zani è completamente stregata dal carisma di colui che oggi possiamo chiamare Santo, tanto da spingere il padre di Lino, uomo schivo e molto taciturno, a chiedere di essere confessato.

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – POCHI GIORNI CHE LASCIANO IL SEGNO. Lino accompagna il Papa in montagna e i due si ritrovano a parlare come due buoni amici. Il ragazzo confessa al Santo Padre il desiderio di voler scalare l’Everest, per il gusto di vedere cosa c’è oltre. Mosso dalla curiosità, Lino chiede al Papa il motivo della sua visita in montagna, ricevendo una risposta emblematica. Per abbandonare le certezze e poi cercare le risposte – afferma Papa Wojtyla. Una volta che il Pontefice ha lasciato l’Adamello, è tempo per Lino di sviluppare le fotografie scattate assieme a lui. 300 milioni di lire è la cifra offertagli per i diritti. Lino accetta ma, il giorno successivo, invece di recarsi a Milano a ritirare l’assegno, corre dal Papa a mostrargli gli scatti. “Tu sarai l’Apostolo delle Montagne, porterai una Croce in ogni tua scalata”, un consiglio che è anche un monito per Lino.

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – LINO E ANGELA. Sono passati cinque anni dall’ultimo incontro tra il Papa e Lino. Questa volta il giovane (non più tanto) alpinista è in compagnia di Angela che gli confessa di essersi sposata ma di non essere felice con suo marito. Lino sembra non volerne più sapere di lei e decide di realizzare il suo sogno: scalare l’Everest. Durante la discesa, però, qualcosa va storto e Lino precipita, senza ferirsi in maniera significativa. Un altro incontro con il Papa e un nuovo insegnamento. “Arrivare in vetta è difficile, ma tornare indietro lo è ancora di più” – afferma sicuro il Papa. Per questo, Lino decide di tornare sui suoi passi e chiedere ad Angela di andare a vivere con lui.

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – LA SCELTA DI LINO. Lino decide di sacrificare la sua passione per la montagna per stare vicino ad Angela, che aspetta un bambino da lui. Solo qualche anno dopo, in occasione del compleanno della sua bambina, l’alpinista accetta di scalare l’Everest. Una decisione che subito confessa la Papa che, a sua volta, gli confida di essere malato di Parkinson. La spedizione sull’Everest ha inizio, ma uno strano cambio di programma (il suo compagno, Paul, rimane indietro e quasi muore per ipotermia) costringe Lino a tornare indietro. Una volta tornato a casa, scopre che Angela se n’è andata.

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – LA MORTE DEL SANTO PADRE. L’ultimo incontro tra Lino e il Papa ci mostra un Pontefice ormai segnato dalla malattia. Solo qualche mese dopo, Lino è vittima di un incidente, dal quale esce incolume. Al suo risveglio, viene annunciata la morte del Santo Padre. In chiusura, i funerali del Papa con Lino che ritrova Angela e la prima scalata dell’alpinista in compagnia di sua figlia.

NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA – IL CAST. Hanno partecipato Giorgio Pasotti (Lino Zani), Aleksei Guskov (Karol Wojtyla), Giuseppe Cederna (Sandro Pertini), Claudia Pandolfi (Angela Tonati), Ugo Dighero (Don Stanislao), Michela Samantha Capitoni (Madre Giovanni), Fabio Fulco (Franco Zani), Luigi Di Fiore (Cibin), Federigo Ceci (Paul), Federica Martinelli (Miriam), Matteo Azchirvani (Alì Agca), Katia Ricciarelli (Carla Zani), Laura Adriani, Gianni Agrò, Paolo Aquino, Corrado Asticher, Enrico Bergamasco, Liam Calvo, Lavinia De Cocci, Luca Leidi, Gian Paolo Margonari, Jerry Mastrodomenico, Altea Patrizi Montoro, Niccolò Santini, Angelo Somaini, Paolo Spiranti e Sullivan Sophia.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *