Silvio Berlusconi senza freni a Mattino Cinque, parole di fuoco sui magistrati: “Contro di me un doppio golpe”

By on aprile 29, 2014
Silvio Berlusconi, show a Mattino Cinque

text-align: center”>Silvio Berlusconi, show a Mattino Cinque

MATTINO CINQUE, SILVIO BERLUSCONI TORNA A TUONARE CONTRO AVVERSARI POLITICI, CAPO DELLO STATO E GIUDICI DI MILANO. Prosegue a vele spiegate l’offensiva mediatica del leader nazionale di Forza Italia, intenzionato ad occupare il mezzo televisivo in maniera pressoché costante da qui agli ultimi giorni della campagna elettorale per le Europee. Dopo la partecipazione tra il week end precedente e l’inizio della settimana a ben 3 programmi differenti, rispettivamente Porta a Porta, Domenica Cinque e Piazza Pulita, stamattina per l’ex premier si sono aperte le porte di Mattino Cinque. Perfettamente a suo agio negli studi di Mediaset, il tycoon di Arcore ha esposto con l’ormai consueto slancio propagandistico i punti programmatici dello schieramento da lui guidato, in vista del prossimo appuntamento col voto delle europee ma con un occhio rivolto al futuro in chiave elezioni politiche anticipate.

canale-5-silvio-berlusconi

SILVIO BERLUSCONI A MATTINO CINQUE ATTACCA I MAGISTRATI E GRILLO: POLEMICHE PER L’OFFENSIVA MEDIATICA DEL LEADER DI FORZA ITALIA. Tra un attacco diretto all’odiato Beppe Grillo, accostato ancora una volta a nemici storici delle democrazie europee come Hitler e Stalin ed una stilettata neanche tanto indiretta all’indirizzo della magistratura, criticata per le inchieste che hanno portato alle recenti condanne in vari gradi di giudizio, l’intervista è proseguita fino al termine sul delicato crinale della propaganda mista alla polemica con gli avversari politici e non. In particolare, i poco teneri passaggi sul tema della giustizia hanno riaperto la querelle sull’affidamento ai servizi sociali, formalmente vincolato al rispetto delle sentenze e della “buona condotta” del destinatario della misura restrittiva decretata dalle toghe milanesi in sede di determinazione della pena: “La sentenza Mediaset è stato un colpo di Stato, ideato per cacciarmi dal Senato e per rendere incandidabile l’unico leader in grado di tenere uniti i moderati” ha dichiarato stamattina l’ex Cavaliere ai microfoni del programma di Mediaset.

BERLUSCONI SENZA FRENI A MATTINO CINQUE, TENSIONE CON LA MAGISTRATURA: “PAROLE GRAVI”. Al netto di tali scottanti questioni, puntualmente rimbalzate sulle agenzie a stretto giro di posta nelle ore seguenti alla “performance” di Berlusconi negli studi della trasmissione mattutina di Canale 5, il dato che emerge con una certa chiarezza è la voglia di tornare in campo di uno dei protagonisti assoluti (anzi dell’attore principale) delle campagne elettorali degli ultimi anni, sul terreno più consono ad un esperto comunicatore nonché proprietario del maggiore gruppo televisivo privato a livello nazionale. L’obiettivo dichiarato del fondatore di Forza Italia, propenso a condurre una guerra di lunga durata con gli altri competitors per giocarsi forse le carte “pesanti” alle sempre evocate elezioni politiche nazionali, è di superare la soglia psicologica del 25% risalendo la china step by step, senza perdere il filo delle alleanze strategiche con Lega Nord, Fratelli d’Italia e magari anche il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

One Comment

  1. William J.

    aprile 29, 2014 at 23:29:38

    Caro Silvio, avresti dovuto gridare al mondo le tue ragioni durante questo anno e mezzo in cui sei sparito dalla TV. Cosa puoi fare in1 mese quando i tuoi nemici hanno gettato veleno su di te per tutti questi mesi senza che i tuoi “alleati” fossero minimamente in grado di difenderti e sostenere le tue posizioni? Cosa può darti qualche ospitata TV di pochi minuti? Perchè sparire da tutti i media per così lungo tempo e riapparire solo per la campagna elettorale? Hai tanti nemici agguerritissimi che hanno fatto scempio della tua immagine dileggiandoti 24/7. E ora, cosa credi di poter fare? Credo proprio poco, caro Silvio!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *