Una buona stagione, il riassunto della seconda puntata

By on aprile 9, 2014
foto serie tv una buona stagione

text-align: center”>foto serie tv una buona stagione

UNA BUONA STAGIONE – E’ andata in onda ieri sera su Rai Uno la seconda puntata della fiction diretta da Gianni Lepre e prodotta dalla Dap Italy dei fratelli Guido, Nicola e Marco De Angelis. Il programma ha ottenuto 4.326.000 telespettatori e uno share del 16,39%.

UNA BUONA STAGIONE ha nel cast Ricardo Dal Moro (Andrea Masci), Luisiana Lopilato (Silvia Ferrari), Luisa Ranieri (Bianca Guerrini), Ottavia Piccolo (Emma Santangelo), Jean Sorel (Michael Masci), Ivano Marescotti (Neri Ferrari), Francesca Valtorta (Marianne Von Brurer), Marina Giulia Cavalli (Olga Van Brurer), Alessandro Bertolucci (Jacopo Masci), Anna Melato (Elisabetta Carli), Michela Samantha Capitoni (Michela), Luca Calvani (Guido Vannini), Ugo Dighero (Franz), Gabriele Caprio (Paolo Masci), Ludovica Gargari (Lavinia Masci), Brando Pacitto (Picchio Lana), Emily Shaquri (Isabella Masci), Rodolfo Bigotti (Erich Broch) e Marco Mazzanti (Riccardo Masci).

UNA BUONA STAGIONE – Di seguito quello che è successo nella seconda puntata (qui il riassunto della prima):

 

foto-1-una-buona-stagione

UNA BUONA STAGIONE Seconda puntata – Mentre Andrea è in Germania, l’azienda si ritrova nel bel mezzo di una rivolta da parte degli operai, che hanno necessità di essere pagati. Non solo, la Santangelo riceve un altro brutto colpo: vengono improvvisamente cancellate tutti gli ordini di acquisto del vino Novello. L’azione è stata pianificata da Olga la quale, oltretutto, si ritrova come alleato proprio Jacopo, il quale ha deciso di affossare la sua fabbrica dopo aver ricevuto la notizia che il partito lo ha silurato e non vuole più candidarlo come sindaco. L’uomo le fornisce i nomi di coloro che volevano acquistare il vino in cambio di un finanziamento per elezioni autonome. Per fortuna Andrea torna con i soldi, circa 170mila euro, trovati grazie a un incontro truccato di boxe, e così la prima rata del debito può essere pagata. Ma il rampollo non rivela alla sua famiglia come si è procurato il denaro, tornando alla sua vita di sempre e a quella di zio provetto con il piccolo Paolo. Silvia, invece, continua a voler tenere distante Andrea e quindi decide di tornare e vivere nella casa in cui stava con Riccardo. Intanto Andrea si rivolge al sui amico Guido, grazie al quale riesce a vendere il Novello e a pagare gli operai. Ma insorgono altri problemi. Andrea, infatti, si rende conto che il vino prodotto tramite l’ultima vendemmia non sta subendo una buona fermentazione e rischia di dover essere buttato via. Convinto delle sue idee supportato anche da Neri , il ragazzo decide di portare avanti il sogno di suo fratello Riccardo e far crescere così l’azienda di famiglia. Michael è felice per la notizia, ma Emma è molto preoccupata perché ha paura di perdere anche Andrea. Il fatto, ovviamente, scontenta del tutto Jacopo che teme per la mancata vendita della Santangelo e decide di darsi da fare per boicottare ogni azione facendosi aiutare da Olga. Neri ed Elisabetta stringono amicizia sempre di più, mentre Marianne si rende conto di essere molto attratta da Andrea, che al momento non sembra ricambiare. Il ragazzo, infatti, è innamorato di Silvia, il suo amore di sempre per il quale tempo prima è fuggito. La sera di Natale egli decide di confessarle tutto, e i due si baciano. La donna però si pente immediatamente perchè non lo rivuole nella sua vita.

UNA BUONA STAGIONE – La terza puntata andrà in onda il 15 aprile alle 21,10 su Rai Uno.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *