A “Mattino Cinque” l’on. Buonanno si soffia il naso. Ma nella bandiera europea

By on maggio 12, 2014
Buonanno a Mattino Cinque si scaglia contro l'Europa

text-align: center”> Buonanno a Mattino Cinque si scaglia contro l'Europa

EUROPA, CHE ALLERGIA! – Che problema ci sarebbe se, viste le numerose allergie che la primavera porta con sé, un ospite di una trasmissione si dovesse soffiare il naso in diretta? Nessuno in particolare, l’importante è essere discreti. Ecco, diciamo che la discrezione non è stata la principale caratteristica dell’intervento di cui sto per parlarvi. Oltre alla boutade di Gianluca Buonanno (Lega Nord) che definire “colorata” è un eufemismo, quello che più fa riflettere è la reazione del pubblico: un’ovazione, per quanto, naturalmente, di ovazione si possa parlare nello studiolo di Mattino Cinque. A poco sono valse le richieste del giornalista Federico Novella nei confronti di Buonanno con l’intento di fargli riguadagnare la poltrona. Ma ricostruiamo l’antefatto della storia.

 

buonanno-bandiera-europa

I TAGLI DELLA POLITICA? NO, GLI STRAPPI! – Come potete vedere nella gallery, gli eventi che hanno riguardato la pacatissima reazione di Buonanno nei confronti della bandiera europea sono stati: strapparla, gettarla a terra, soffiarcisi il naso. Nell’ambito di una discussione su Expo 2015, con ospiti in studio, oltre a Buonanno, anche Stefano Dambruoso e Fabrizio Lupi, lo stesso Buonanno si è scagliato contro l’Europa in merito a questioni di carattere politico, economico e sociale. Ad un tratto (che il gesto sia stato premeditato? D’altra parte, non tutti girano con una bandiera in tasca), come vi ho già detto, il sindaco di Varallo Sesia ha estratto dalla tasca la bandiera dell’Europa, l’ha strappata due volte, oltre ad aver affermato che la cosa migliore da fare con un oggetto del genere, è soffiarcisi il naso.

L’ECO SUL WEB – Così com’è legittima un’opinione, dovrebbe anche essere auspicabile che ai segnali forti dei messaggi si accompagnino anche ragionamenti (almeno leggermente) più modulati: questo, naturalmente, al di là di ogni colore politico. Mentre dalla pagina Facebook del programma di infotainment mattutino non si fanno riferimenti espliciti alla vicenda, sulla pagina del deputato, il primo post che campeggia, fiero, si apre con le seguenti parole:

“GUARDATE COS’HO FATTO QUESTA MATTINA!!!

Clamoroso a Mattino Cinque: BUONANNO in diretta STRAPPA LA BANDIERA DELL’EUROPA 2 VOLTE !!!”

Se si dovesse dare una modulazione della definizione del concetto di trash, in definitiva, si potrebbe dire che è trash tutto ciò di cui, almeno esteticamente parlando, si sarebbe fatto volentieri a meno. Il dubbio, quindi, sorge spontaneo: di questo, voi avreste fatto volentieri a meno? A me non resta altro che dire: etciù!

About White Gold

Nato in un soleggiato mercoledì del 1990, dopo la maturità linguistica e una Laurea binazionale in Lettere, sto studiando Comunicazione e Culture dei Media. L'interesse per il mezzo televisivo è soltanto uno dei motivi che mi spinge a scrivere per questo blog, oltre a farmi intraprendere alcune esperienze nello studio di casi di comunicazione sociale alla Rai.

One Comment

  1. Rossella

    maggio 12, 2014 at 21:18

    La propaganda elettorale ha mille volti, alcuni più pittoreschi di altri! Se di propaganda si tratta è chiaro che diventa l’espressione di un punto di vista più o meno diffuso, altrimenti il partito in questione ne uscirebbe compromesso! Evidentemente c’è un contatto diretto con la gente che giustifica una simile trovata! In ogni caso i dati dell’affluenza alle urne ci diranno qualcosa di più e penso che in quel caso la gente potrebbe incominciare a dubitare seriamente della posizione dell’Europa. Adesso parlerei di pessimismo derivante dal fatto che quello che ci circonda è sotto gli occhi di tutti e mi sembra legittimo chiedersi perché nessuno ha pensato ai nostri giovani, alla questione del ricambio generazionale che ha finito per creare premesse tali che un trentenne non ha un’identità sociale ben definita e che sarà giovane vita natural durante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *