A testa alta – I martiri di Fiesole, il 2 giugno su RaiUno il film tv con Giorgio Pasotti ed Ettore Bassi

By on maggio 31, 2014
foto film tv a testa alta i martiri di fiesole

text-align: center”>foto film tv a testa alta i martiri di fiesole

A TESTA ALTA – I MARTIRI DI FIESOLE – Andrà in onda il prossimo 2 giugno alle 21,10 su RaiUno, in occasione della Festa della Repubblica e nell’anno del Bicentenario dalla fonda­zione dell’Arma, il film per la tv diretto da Maurizio Zuccaro e prodotto da Rai Fiction in collaborazione con Ocean Productions. Si tratta della storia di tre carabinieri che nel 1944, a Fiesole, decisero di consegnarsi ai tedeschi per salvare la vita di alcuni civili innocenti. Essi sono dunque un simbolo positivo della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto per il contributo che i tre giovani hanno dato ai partigiani per liberare l’Italia dalla morsa del nazismo. Il film, il cui soggetto  e la sceneggiatura sono a cura di Le­one Pompucci, Giovanna Mori, Alessandro Pondi e Paolo Logli, è stato realizzato proprio per omaggiare questi uomini che si sono sacrificati per amor di patria e immenso altruismo.

foto-1-a-testa-alta

A TESTA ALTA – I MARTIRI DI FIESOLE, IL CAST – Giorgio Pasotti (Giuseppe Amico), Ettore Bassi (Sebastiano Pandolfo), Johannes Brandrup (Tenente Hiesserich), Andrea Bosca (Pasquale Ciofini), Giovanni Scifoni (Fulvio Sbarretti), Nicole Grimaudo (Bianca Cardinali), Marco Cocci (Alberto La Rocca), Alessandro Sperduti (Vittorio Marandola), Filippo Agnelli (Pietro), Vittoria Piancastelli (levatrice), Lavinia Guglielman (Lisetta), Timothy Martin (paracadutista americano) e Maurizio Marchetti (Monsignor Turini).

A TESTA ALTA – I MARTIRI DI FIESOLE, LA STORIA – Siamo in Toscana nel 1944, proprio mentre gli alleati stanno per liberare Firenze dai nazisti. Questi, però, si sono rifugiati tra le colline per organizzare una sommossa per bloccare l’avanzata del nemico. Ma anche un gruppo di cinque carabinieri, alla cui guida vi è il vicebrigadiere Giuseppe Amico, è nascosto in una caserma di campagna per aiutare i partigiani. Vengono però scoperti dagli uomini comandati dal tenente Hiesserich che intuisce il collegamento tra il comando e la Resistenza. I tedeschi tendono così un agguato in cui perdono la vita un carabiniere e un partigiano, mentre il resto del piccolo gruppo riesce a fuggire verso l’Appennino nel tentativo di raggiungere Firenze. Per cercare di impedire la fuga, i nazisti prendono in ostaggio dieci civili, minacciando di ucciderli brutalmente. Per liberarli pretendono che i carabinieri fuggiti si consegnino al comando della Wehrmacht. A scoprire la notizia sono i giovani Alberto La Rocca, Fulvio Sbarretti e Vittorio Marandola, ormai prossimi alla salvezza in quel di Firenze, ma ora si trovano di fronte a un bivio che cambierà per sempre il loro destino: essere liberi o morire seguendo il senso della loro missione. La loro scelta salverà dieci innocenti e resterà indelebile nella storia del Paese.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *