Addio a Stefano Campagna: ritratto di un uomo libero dal sorriso contagioso

By on maggio 3, 2014
Foto Stefano Campagna

text-align: justify”>

STEFANO CAMPAGNA: LA COMMOZIONE DI AMICI E COLLEGHI. Si è spento venerdì 2 maggio, all’età di 51 anni, il giornalista Rai Stefano Campagna. La notizia è subito rimbalzata in rete, a partire dal direttore del Tg2 Stefano Masi, primo fra tutti a dare l’annuncio su Facebook:

Se ne è andato Stefano campagna. Amico prima che grande collega. Uomo libero dal sorriso contagioso, coraggioso fino alla fine. Se ne va con lui un pezzo della mia vita. Lo piango, e rimpiango il tempo in più che non ho passato con lui. Ti voglio bene Stefano. Ciao amico mio.

Uomo libero dal sorriso contagioso, espressione presa in prestito anche da noi per realizzare il titolo. Parole semplici ma cariche di significato, capaci di riassumere in maniera efficace la personalità limpida di Campagna. Se n’è andato senza clamore, in linea con il suo modo d’essere. Una persona discreta e battagliera allo stesso tempo, uno dei mezzibusti più apprezzati del tg dell’ammiraglia di Viale Mazzini, salutato con affetto e commozione da tutti i suoi colleghi, che a stento sono riusciti a trattenere le lacrime in diretta tv.

stefano-campagna-a-ballando-con-le-stelle

STEFANO CAMPAGNA: IL SUO PASSATO IN AFRICA E MEDIO-ORIENTE. Laurea in Scienze Politiche e un passato in Africa e in Medio-Oriente, dove il padre lavorava come funzionario all’ambasciata. Un’esperienza accademica come assistente della cattedra di Storia dei Paesi afro-asiatici. Il ’97 è l’anno del debutto in Rai, dapprima su Rai 2, da precario, poi al Tg1, sotto Clemente Mimun. Il suo mezzobusto diventa un habitué dell’edizione mattutina, anche se non è mancata la sua presenza nell’edizione della notte e negli intervalli metereologici dell’edizione delle 13.30 e delle 20.00, proprio per questo soprannominato meteorino. Campagna si distingue per le sue battaglie sindacali al fianco dell’Usigrai, a sostegno dei precari. Celebre la sua pubblicazione contro Bianca Berlinguer, intitolata Libro Bianca – La zarina fa ma non si dice. Lo scritto scatenò una bufera mediatica, ma alla fine Campagna fece ammenda affermando:

Mi rendo conto della leggerezza da me dimostrata, non solo nel non prevedere la diffusione incontrollata dello scritto, così come infatti è avvenuto, ma soprattutto nel ritenere credibili argomentazioni prive di fondamento

STEFANO CAMPAGNA: LA VITA PRIVATA. Oltre che per la sua indiscussa capacità professionale, Campagna divenne noto per aver deciso di fare coming out, dichiarando apertamente di essere omossessuale. Queste le sue parole:

Io vivo la mia vita con la quotidianità di chiunque altro, sono una persona che lavora e che non ha nulla da nascondere. Quella che i benpensanti chiamano ostentazione per me è vita. Mi stupisce che la cosa stupisca. E spero che smetta di stupire.

Era il 2007 e la notizia fece il giro del mondo. Persino il noto quotidiano francese, Le Monde, si occupò della vicenda, sottolineando come, per la prima volta, un telegiornalista avesse avuto il coraggio di divulgare un dettaglio così particolare della sua vita privata. La presenza televisiva di Campagna non si è però limitata al telegiornale. Del 2012 la breve esperienza a Ballando Con Le Stelle, assieme a Natalia Maidiuk, anche se il giornalista venne subito sostituito con Thomas Degasperi. Nel 2009, Campagna partecipò alla trasmissione Chi L’Ha Visto?, per ritrovare una sorella data in adozione alla nascita.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *