Beppe Grillo ospite a Porta a Porta il 19 maggio, ma non in prima serata

By on maggio 10, 2014
beppe-grillo-1

text-align: center”>beppe grillo ospite porta a porta

BEPPE GRILLO LUNEDÌ 19 MAGGIO A PORTA A PORTA: PACE FATTA CON I MEDIA? – Dopo un lungo susseguirsi di voci ed indiscrezioni che hanno catalizzato l’attenzione di media e lettori, finalmente arrivano certezze sull’attesissima ospitata di Beppe Grillo alla corte di Bruno Vespa. E’ di oggi l’annuncio ufficiale della redazione di Porta a Porta, che comunica il trovato accordo sulla sua presenza in tv programmata per lunedì 19 maggio su Rai 1 ma in seconda serata, e non in prime time come invece era ventilato. La decisione di non andare in prima serata è giustificata di principi di par condicio che regolano la presenza in tv di argomenti ed esponenti politici durante periodi di campagna elettorale, momenti in cui i media tradizionali, come legge impone, devono dosare interventi e presenze dando uguale visibilità alle diverse parti politiche chiamate in causa.

beppe-grillo-2

BEPPE GRILLO A PORTA A PORTA: NO ALLA PRIMA SERATA IN NOME DELLA PAR CONDICIO – In un primo momento si era infatti pensato di dare spazio in prima serata soltanto agli esponenti dei tre principali partiti politici che concorrono alle imminenti elezioni europee del 25 maggio, mentre per tutti gli altri lo spazio dedicato sarebbe stato di minore visibilità andando in onda a tarda sera, minando così il principio di pari presenza da rispettare tassativamente per non incappare in sanzioni. Se così si fosse fatto, avremmo avuto per i giorni 14, 15 e 16 maggio tre speciali in prima serata con Renzi, Grillo e Berlusconi a presentare i loro punti per l’Europa, mettendo di netto in secondo piano i gruppi politici minori, che invece avrebbero goduto di minor attenzione venedo messi in condizione sfavorita.

DEFINITIVA APERTURA ALL’UNIVERSO TV? –  Nonostante soltanto un anno fa compariva sul blog di Beppe Grillo il “Codice di comportamento eletti Movimento 5 Stelle in parlamento” che imponeva, tra gli altri, il divieto per i militanti del suo gruppo di prendere parte a talk show televisivi, limite poi non da tutti rispettato (sono infatti note nella memoria le diverse espulsioni dal gruppo per tale motivo), a quanto pare i burattinai del gruppo iniziano con sempre più frequenza ad uscire dagli schermi del web per imporre la loro parola anche nei garbati (sulla carta) salotti televisivi. Certo, la proposta della D’Urso sarebbe stata più allettante se accettata, vedere i “capi” a 5 stelle tra i suoi divani avrebbe solleticato più di qualche cattiveria verso ambo le parti, ma come prevedibile né Grillo né tanto meno Casaleggio sono caduti nella trappola “bislacca”.

BEPPE GRILLO A PORTA A PORTA IN ONE TO ONE? – Per Beppe Grillo, ma anche per Renzi e Berlusconi, i quali sono ancora in fase di trattativa, verranno concessi 60 minuti di visibilità in seconda serata per presentare, punto per punto, il programma per l’Europa da portare a Strasburgo; stesso tempo verrà dedicato in altre puntate anche agli esponenti dei partiti minori che concorrono alle europee. Con molta probabilità assisteremo ad un’intervista “One to One” (Vespa domanda, Grillo risponde) senza interventi di terzi quali giornalisti, economisti e via dicendo, e senza altri eventuali militanti di partito. Avrà spazio il compromesso?

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *