Chef Rubio al Chiambretti Supermarket: Junior Masterchef? Andrebbero querelati i genitori. Ramsey capostipite del male della cucina in tv

By on maggio 31, 2014
chef-rubio

text-align: center”>intervista chef rubio chiambretti supermarket

CHIAMBRETTI SUPERMARKET: CHEF RUBIO CONTRO CRACCO E BASTIANICH – Fenomeno televisivo da qualche anno a questa parte, lo speziato mondo culinario ha assunto sempre più frequentemente tratti aggressivi tali da creare “l’istituzione” dello chef cattivo, più volte declinato nelle sue varie sfaccettature ma che, a quanto pare, non convince tutti gli operatori del settore. Se in principio era la Clerici a giocare con goliardia sulle sfide tra chef, mano a mano che la cucina in tv si è diffusa sempre di più si è andato ad imporre l’aggressivo modello Gordon Ramsey, ripreso in primis nel MasterChef Italia con un Cracco ed un Barbieri sempre imbronciati ed un proverbiale “Vuoi che muoro” del multilingue Bastianich. Intervenendo al Chiambretti Supermarket in un’intervista in onda prossimamente, l’ex rugbista ed ora cuoco di strada Chef Rubio ha criticato duramente il modello televisivo imposto di cuochi osannati e pieni di se, andandoci giù pesante anche sul recente mondo dei programmi di cucina per bambini che, a suo dire, sarebbero da querela.

CHEF RUBIO DA CHIAMBRETTI: LO CHEF? AL PARI DI UN OPERAIO – Chef Rubio, famoso per il baffetto alla Dalì, è considerato nell’immaginario dei cooking show come l’anti-Cracco per eccellenza. Rude, verace e sempre alla ricerca dell’autenticità dei sapori, lui uno di quelli che si sporcano le mani e non badano alla patinatura della scenografia televisiva. Piuttosto, come ammette ai microfoni di Piero Chiambretti, si considera al pari di un impiegato:

Sto cercando di rendere un po’ più umana la figura dello chef che è come un impiegato, un architetto, un operaio. Gli chef andrebbero trattati come esseri umani perché tali sono, pieni di difetti, e dovremmo osannarli un po’ meno. Ma la colpa non è loro, è di chi ce li fa credere.

Poi spinge diretto verso il modello Ramsey criticandolo duramente, così come critica chi lo propone e lo osanna nella tv italiana.

chef-rubio-1

Gordon Ramsey? Ricordiamoci che è un inglese, loro hanno un gusto diverso dal nostro e noi siamo potenzialmente più forti. E’ stato un genio nel saper cavalcare l’onda. E’ sicuramente finto nel suo essere arrogante e cattivo, la cucina non è quello, lui è stato capostipite del male della cucina in tv.

CHEF RUBIO SU CRACCO, BASTIANICH E JUNIOR MASTERCHEF – Sui nostri Masterchf si limita ad uno stringato “Ha bei capelli” per Carlo Cracco, mentre su Joe Bastianich commenta:

Se dovessimo parlare della sua capacità culinaria dovrei assaggiarlo, se devo parlare del modo che ha di comunicare in tv meglio che non mi esprimo.

Il terzo giudice del talent di SkyBruno Barbieri, è invece impegnato anche con la versione Junior del programma, edizione sbarcata sulla rete satellitare soltanto da qualche mese ma che non convince affatto Chef Rubio, che riserva in generale ai baby talent culinari parole pesanti, ma ampiamente condivisibili:

Andrebbero querelati i genitori, i bambini dovrebbero stare dietro un tavolo con la mamma e con la nonna a scoprire la consistenza delle materie e i sapori.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

One Comment

  1. Pingback: I Re della Griglia: parte oggi il nuovo cooking talent show | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *