Fabrizio Corona: chiesta nuova pena di 1 anno e 9 mesi, per evasione fiscale

By on maggio 30, 2014

foto fabrizio corona tribunale

NUOVA PENA PER FABRIZIO CORONA, PER EVASIONE FISCALE. Nuovi problemi per Fabrizio Corona, a cui questa volta viene contestato il reato di “infedele dichiarazione dei redditi” per gli anni 2007 e 2008; un reato per il quale viene richiesta una nuova condanna, questa volta di 1 anno e di 9 mesi, che si andrebbe a sommare ai 13 anni già comminati a suo carico, per gli altri reati (tra cui, estorsione e spendita di denaro falso).

FABRIZIO CORONA, IN CARCERE DA 400 GIORNI. In carcere ormai giò da 400 giorni, l’ex Re dei paparazzi ed ex marito di Nina Moric, Fabrizio Corona, è stato quindi nuovamente oggetto questa settimana di un procedimento penale, stavolta – in pratica – per evasione fiscale, per importi che superano il milione di euro, nei due anni tra il 2007 ed il 2008.

CHIESTI ANCORA 1 ANNO E 9 MESI PER FABRIZIO CORONA. Un reato per il quale il pm del tribunale di Milano ha chiesto ai giudici, una condanna pari ad 1 anno e 9 mesi per l’ex fotografo, considerando nel caso di Corona, dichiarato solo un paio di settimane fa “socialmente pericoloso”, le aggravanti della recidiva. In aula, come rende noto “L’Espresso” era presente anche lo stesso Fabrizio Corona, che ha preso la parola, per far sapere il suo punto di vista all’accusa ed ai presenti in aula:

“Ho preso la pena massima per tutti i vari reati che mi sono stati contestati” ha esordito ed ha continuato “In questo periodo di reclusione ho riflettuto molto, e penso che un pubblico ministero, prima di chiedere una pena per una persona, dovrebbe prima visitare le carceri e rendersi conto delle condizioni di vita lì dentro.”.

FABRIZIO CORONA DOVRA’ SCONTARE 15 ANNI? Una pena quella chiesta per Fabrizio Corona, di ben 21 mesi, che si andrebbe quindi ad aggiungere alla pena esistente, per un totale di quasi 15 anni da scontare. Una nuova pena chiesta dall’accusa, rispetto alla quale Fabrizio Corona ha voluto far sapere:

Questa volta” ha esordito riferendosi alle pene già a suo carfico “mi date 1 anno e 9 mesi ed il pm ha anche il coraggio di contestarmi la recidiva” quindi ha attaccato “Il pm si deve vergognare” e quindi ha concluso con la chiosa “Io non parlo al magistrato ma parlo all’uomo in questo caso”.

 

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *