Fabrizio Corona per i giudici resta in carcere: “è socialmente pericoloso”

By on maggio 16, 2014

foto fabrizio coronaFABRIZIO CORONA PER LA CASSAZIONE E’ UN CRIMINALE SENZA SCRUPOLI. Aggiornamento oggi sulla situazione carceraria di Fabrizio Corona, che dopo aver già scontato 480 giorni in carcere, ha visto nel pomeriggio di ieri confermare dalla Cassazione la sentenza carceraria speciale, emessa lo scorso maggio 2013 dalla Corte di Appello di Milano, in quanto considerato:

“Un vero e proprio criminale senza scrupoli” e ancora un individuo “incline a violare qualsiasi regola di comune vita civile”.

CONFERMATA A FABRIZIO CORONA LA CONDANNA DI RECLUSIONE PER 15 ANNI. All’ex Re dei Paparazzi Fabrizio Corona è stata quindi confermata la condanna a ben 15 anni di reclusione con  misura di sorveglianza speciale, presso il Carcere milanese di Opera, per molteplici reati, con la sentenza numero 20347, emessa della Corte di Cassazione.

MOLTEPLICI I MISFATTI COMMESSI DA FABRIZIO CORONA. Nel dettaglio, come dalla sentenza, l’ex fotografo dei Vip, Fabrizio Corona, sarebbe infatti responsabile di molteplici misfatti di non poco conto secondo la valutazione dei supremi giudici, che come segue imputano a suo carico:

“Frequentazioni criminali ed atteggiamenti fastidiosamente inclini alla violazione delle regole di civile convivenza” ma non solo, perchè come riporta la sentenza della Cassazione “oltre a numerosi e cospicui precedenti penali” senza dimenticare, come proseguono i giudici supremi “la ricerca spasmodica di facili ed illeciti guadagni e le condotte prive di scrupoli, onde accaparrare risorse da investire in un tenore di vita ricercato e lussuoso”.

PESANTI I CAPI DI ACCUSA A CARICO DI CORONA. Dal canto suo l’ex Re dei paparazzi, pare abbia sottolineato l’esiguità dei reati da lui commessi, che hanno “un valore patrimoniale minimo” e nello specifico, è stato fatto l’esempio della spendita di monete false per un valore di circa 200,00 euro in una occasione, o ancora, di meno di 5.000,00 euro in un’altra occasione. Valori a dispetto dei quali, la Cassazione pare abbia precisato però, che i misfatti commessi non sono comunque di poco conto, in quanto comprendono illeciti come ad esempio:

“estorsioni, ricettazione e la spendita di carta moneta falsificata” ma non solo, perchè l’elenco dei misfatti continua con “reati fallimentari, evasioni fiscali e recenti denunce per truffa” chiudendo così, forse, un nuovo capitolo per Corona.

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *