La prova del cuoco: le gustose pietanze del 14 maggio 2014 di “Chi batterà lo chef?” e non solo

By on maggio 14, 2014
piatto-barzetti

text-align: center”>La prova del cuoco

LA PROVA DEL CUOCO, LE RICETTE DEL 14 MAGGIO: SAVARIN DI RISO CON DADOLATA DI POLLO AGLI AGRUMI E ZAFFERANO CANNOLO DI POLLO E RISO LASAGNETTA ORTOLANA CROCCANTE PALLINE DI RICOTTA, ROBIOLA E TONNOPANINI DI TOMINO FARCITI CON VERDURE

SAVARIN DI RISO CON DADOLATA DI POLLO AGLI AGRUMI E ZAFFERANO. Tagliare a dadini grandi un bel pezzo di carne di pollo, da rosolare poi in una padella con un filo d’olio e dello scalogno tritato, dopo aver passato tutti i bocconcini nella farina. Nel frattempo cuocere il riso basmati in una pentola con acqua per una decina di minuti. Sciogliere lo zafferano nel latte di cocco. Spremere 1 arancia, 1 pompelmo rosa e 1 limone e versare il succo sulla carne in padella. Aggiungere infine anche il latte di cocco con lo zafferano e ultimare la cottura. Completare la cottura del riso aggiungendo carote e zucchine tagliate a cubetti molto piccoli. Impiattare il riso con la dadolata di pollo, profumando con erba cipollina tritata (sfoglia la gallery per vedere le foto di questo piatto buonissimo preparato dalle concorrenti Vallisa e Anna nel torneo “Chi batterà lo chef?”).

chi-battera-lo-chef-1

CANNOLO DI POLLO E RISO. Tagliare a julienne le zucchine e le carote e scaldarle in una padella con un filo d’olio, un pizzico di sale e un po’ di scalogno tritato. Cuocere il riso basmati nel latte di cocco aggiungendo lo zafferano e un pizzico di sale. Dopo aver scaldato le verdure, allontanarle dal fuoco e scaldare nella stessa padella la buccia degli agrumi (limone, pompelmo e arancia), da utilizzare per profumare il piatto. Aprire la carne di pollo a libro, batterla tra due fogli di carta da forno, salarla, farcirla con il riso cotto e con un po’ d’erba cipollina tritata, chiuderla a cannolo, legarla con un filo d’erba cipollina sbollentata, passarla nella farina di riso e scaldarla in padella con un goccio d’olio. Impiattare il cannolo con le verdure (sfoglia la gallery per vedere le foto di questo piatto squisito presentato da Gilberto Rossi nel torneo “Chi batterà lo chef?”).

LASAGNETTA ORTOLANA CROCCANTE. Innanzitutto pulire le verdure, spezzettarle e saltarle in padella con olio, sale e pepe. Scottare le sfoglie in una pentola contenente acqua bollente per 1 minuto, asciugandole poi su un canovaccio. Imburrare le formine utilizzando un pennello e adagiarvi dentro una lasagna, da imbottire con la verdura e la besciamella, prima di chiuderla e spennellarla con il burro. Cuocere la lasagna in forno per un quarto d’ora. Nel frattempo frullare la burrata con il basilico e l’olio e pulire i pomodorini, frullando anch’essi. Al termine della cottura, sfornare le lasagne e servirle calde con la crema di burrata, abbinandole ad un Colli di Conegliano DOCG bianco, come proposto da Daniela Scrobogna (consulta la gallery fotografica per vedere la scheda con le dosi esatte di tutti gli ingredienti e le foto di questa pietanza gustosa firmata Luisanna Messeri). 

PALLINE DI RICOTTA, ROBIOLA E TONNO. Per prima cosa rassodare le uova, raffreddarle, sgusciarle, tagliarle a metà e tritare i rossi. Subito dopo mondare il basilico e il prezzemolo. Lavare i capperi e tritarli con il basilico e il prezzemolo. Grattugiare la buccia del limone e poi spremerlo. Lavorare a crema la robiola con la ricotta, aggiungere il basilico e il prezzemolo tritati, il tonno spezzettato, i capperi, il succo del limone e la sua scorza grattugiata. Mescolare tutto, aggiungere i rossi tritati, condire con olio e.v.o., salare e pepare. Far raffreddare per 1 ora in frigorifero e poi confezionare le palline (sfoglia la gallery per vedere la scheda con le dosi degli ingredienti e la foto di queste palline deliziose preparate da Anna Moroni nella rubrica “Cucinare risparmiando”).

PANINI DI TOMINO FARCITI CON VERDURE. Lavare  le zucchine, spuntarle e tagliarle a julienne. Mondare, lavare e tagliare a rondelle sottili il porro. Subito dopo pulire i fiori di zucchina e sfilacciarli con le dita. Pelare parzialmente la melanzana, tagliarla a fette dello spessore di mezzo centimetro, da ungere e passare in padella per 5 minuti su ogni lato. Conservarle poi al caldo insaporendole e profumandole con foglie di basilico. Lavare i peperoni, pulirli e tagliarli a julienne. Rosolare il porro con un goccio d’olio e 1 foglia d’alloro per alcuni minuti. Aggiungere i peperoni e cuocere a fuoco alto per 6 minuti. Unire le zucchine e continuare a cuocere per 5 minuti. Spegnere il fornello, salare, pepare, aggiungere i fiori e far raffreddare conservando il tutto in un cartoccio di carta da forno bagnata e strizzata. Tagliare quindi i tomini a metà (in orizzontale), farcirli con 1 fetta di melanzana e con le verdure, ricomporli e scaldarli per 4 minuti in forno a 220 gradi. Servirli su foglie d’insalata condita con aceto balsamico (nella gallery sono disponibili la scheda con le dosi degli ingredienti per 6 persone e le immagini di questi panini sfiziosi preparati da Sergio Barzetti nella rubrica “Passo a due”).

E PER RESTARE A TAVOLA, SCOPRI ANCHE:

La ricetta di COTTO E MANGIATO: le golosissime sfoglie con miele e zucchero. Il dolce più facile e veloce al mondo! CLICCA QUI

Le ricette de LA PROVA DEL CUOCO di ieri: pain brioche; frittata di melanzane con polpette e pomodori; conchiglioni con squacquerone e mortadella. CLICCA QUI

Le ricette di LINEA VERDE: per la gustosa torta umbra “al testo” cotta nella cenere CLICCA QUI; per il buonissimo pane di Altomonte fatto in casa invece CLICCA QUI

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *