Laura Pausini e il grande successo del suo show sotto la pioggia nel Teatro Antico di Taormina

By on maggio 21, 2014
Laura-Pausini

text-align: center”> show di Laura

SHOW BAGNATO SHOW FORTUNATO. Ed è stato anche così per Stasera…Laura! Ho creduto in un sogno, il primo show televisivo di Laura Pausini su Rai 1, che ha avuto quasi 6 milioni di telespettatori. Una serata con tanti ospiti e grandi momenti di musica in cui la cantante romagnola ha festeggiato i suoi venti anni di carriera e i quarant’anni di vita, ripercorrendo tutte le tappe di questa avventura professionale ma anche personale. Nonostante lo show sia stato di ottimo livello, ad onor del vero, bisogna dire che la concorrenza delle altre reti non era da far tremare i polsi. Su Rai 3, per la par condicio, non è andato in onda Ballarò e su Canale 5 è stato trasmesso un film in replica.

UNA SERATA TRA VECCHI E NUOVI AMICI.  Stasera…Laura! Ho creduto in un sogno non ha deluso le aspettative e ha restituito ai telespettatori di Rai 1 e al pubblico presente a Taormina, lo show era la registrazione della data del 18 maggio al Teatro Antico del suo tour mondiale, il ritratto di una ragazza semplice che ha vissuto un sogno meraviglioso. Un sogno fatto di musica ed emozioni, in cui ha sempre fortemente creduto, e che ha condiviso con le sue amiche presenti, le amiche di infanzia ma anche le amiche arrivate nel corso del tempo.

baudo-e-pausini

DA LA SOLITUDINE AI SUCCESSI MONDIALI. Laura Pausini apre la serata leggendo le pagine di un suo vecchio diario del 1987, raccontando la storia del vero Marco e del suo primo bacio. Racconta di quando, ancora ragazzina si inventò un autografo falso di Claudio Baglioni e, adesso che ce l’ha accanto a lei sul palco, non perde tempo per farsene fare uno vero. Come non rinuncia ad avere accanto a sé un altro suo idolo di quando era piccola, Raf. E racconta di quando è andata al suo primo concerto non portandosi, però, la sua migliore amica perché “più bona”  di lei. Si fa, comunque, perdonare presentandole il loro mito. Sul palcoscenico arrivano anche Mengoni, occupato nella promozione sudamericana del suo disco, Mannoia, che la definisce “un’arma da guerra”, e il suo San Francesco, l’amico che le ha fatto superare momenti anche difficili della sua vita, Antonacci.

E ANCORA CE N’E’. E, come le fa dire Pippo Baudo in un simpatico dialetto siciliano, gli ospiti continuano e sono tanti, importanti ma non solo. Arrivano sul palco a cantare con lei anche le compagne del coro della Chiesa, le amiche di quando andava a scuola. E Laura non si fa mancare neanche una band tutta al femminile, dove lei suona il flauto traverso, composta da Emma, Ayane, Noemi, Turci, L’Aura, La Pina e Syria. C’è spazio anche per un commovente duetto con l’indimenticabile Lucio Dalla. Insomma una serata speciale quella di ieri “durante la quale molte mie canzoni vengono interpretare da personaggi che oggi posso chiamare amici, ma dei quali da piccola attaccavo le foto sulle pagine del mio diario“, dice la cantante di Solarolo.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *