Legami, arriva su Rai 1 sabato 24 maggio la serie portoghese che ha conquistato tutti i Paesi dove è stata trasmessa

By on maggio 21, 2014
legami-promo

text-align: center”>Legami

INTRIGHI, VENDETTE E LEGAMI DI SANGUE. I telespettatori italiani potranno trovare tutto questo in Legami la serie portoghese che sbarca su Rai 1 a partire da sabato 24 maggio in prima serata. La Rai crede molto in questo progetto televisivo, tanto da avergli dato una collocazione di prestigio nel palinsesto, quella del sabato sera. Le potenzialità per essere un successo, la serie le ha tutte: ha sbancato gli indici di ascolto in tutti i Paesi in cui è stata trasmessa e, soprattutto, si è aggiudicata l’importante premio Emmy Award come miglior serie televisiva. E per non farsi mancare nulla la sigla della versione italiana è stata affidata a Gigi D’Alessio.

UNA CONOSCENZA DEL PUBBLICO ITALIANO NEL CAST DI LEGAMI.  Tra i protagonisti della nuova soap della Rai c’è anche un volto già noto al pubblico italiano, l’attore portoghese Diogo Morgado che i telespettatori hanno già visto nella serie di Rete 4 La Bibbia. Per chi non se lo ricordasse Morgado ha interpretato Gesù, suscitando tantissime polemiche per la sua troppo avvenenza che, secondo molti, poco si addiceva al ruolo che aveva. Insieme a lui nel cast della serie diretta da Bruno Josè e Patricia Sequeira, altre due bellezze, le modelle e attrici Diana Chaves e Joana Santos. I tre interpreti principali saranno a Roma per la conferenza di presentazione di Legami.

diana-chaves-joana-santos-diogo-morgado

DAL 1984 AL 2010 LA STORIA DI DUE SORELLE. Le vicende di Legami cominciano nel 1984 quando due bambine, Ines e Marta, figlie di una ricca famiglia portoghese, durante una gita sulle rive di un fiume litigano e finiscono in acqua. Il padre riesce a salvare Ines ma muore mentre cerca di salvare Marta. La bambina viene soccorsa da una coppia che ha perso da poco la figlia che, così, decide di tenerla con sé, di chiamarla come la loro bambina scomparsa (Diana) e di portarla a Lisbona. La vita di Marta/Diana sarà però molto diversa da quella della sorella Ines. Infatti, mentre lei vivrà sempre nella povertà, la sorella “salvata” ha una vita felice con la madre, il fratello e il fidanzato. Tutto sembra andare liscio finché, nel 2010, Diana viene a scoprire per caso di non essere la figlia naturale di chi crede i suoi genitori.

LA VENDETTA DI DIANA. Sempre afflitta dalla povertà e dalla voglia di riscatto, Diana comincia ad indagare sul suo passato e sulle sue origini e, così, viene a scoprire quale è la sua vera famiglia. La voglia di vendetta, quindi, diventa sempre più forte e la ragazza cerca di riprendersi tutto quello che ha perso in questi anni in ha creduto che la sua vita fosse un’altra. Comincia così ad interferire nella vita di Ines, senza però rivelare chi sia veramente. La serie Legami, portata in Italia dalla Valter Casini Edizioni è una coproduzione di 322 puntate tra la portoghese SIC e la brasiliana TV Globo.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

5 Comments

  1. Pingback: Anticipazioni Legàmi, dal 4 al 9 agosto: Diana uccide Henrique e continua a tessere la sua diabolica trama | LaNostraTv

  2. Pingback: Anticipazioni Legàmi, dall’11 al 16 agosto: Joao chiede a Diana di sposarlo | LaNostraTv

  3. Pingback: Anticipazioni di Legàmi, dal 18 al 23 agosto: la festa di fidanzamento di Joao e Diana | LaNostraTv

  4. Amalia

    agosto 27, 2014 at 23:58

    Buonasera! Ho saputo che la Soap sarà interrotte in settembre perché non c’è audience. A parte il fatto che è fatta molto bene , in un buon orario , è rilassante e coinvolgente quanto basta e piace al ceto medio e a tutte le età , non capisco perché dovrebbe avere maggiore audience Antonella Clerici che fa i pasticcini. Non capite che siamo stufi di vedere gente che cucina dalla mattina alla sera? Siamo tutti a dieta , non dobbiamo ingrassare e alla TV non si fa che cucinare .le finction che ci propinate sono spesso violente , volgari, con gente di ogni sesso che si rotola nei letti; sono queste che hanno audience? Allora siamo proprio ridotti male!!! Noi paghiamo l’abbonamento regolarmente ma forse facciamo male. Oltre tutto interrompere non è corretto ; è come toglienti un libro dalle mani mentre lo stai leggendo. Se uno non gradisce cambi canale…. è così semplice. Ma forse ci sono dei motivi reconditi che al pubblico sfuggono . Questo e il mio commento

  5. Filomena Bucci

    settembre 11, 2014 at 14:55

    Non credo di essere né la prima né l’ultima che si lamenta per la sospensione di “Legami”. La Rai non e’ nuova a questi tipo di atteggiamento. Se si manda in onda qualcosa che prevede molte puntate non si puo’ interrompere cosi’ di punto in bianco solo perché non si raggiungono gli ascolti previsti. Non credo che la programmazione che e’ andata a sostituire la Soap faccia ascolti record, anzi mi risulta il contrario. Allora, per il rispetto che si deve a chi paga un servizio (a volte molto scadente) si concerta con i responsabili di cambiare canale (ne avete a iosa) o di cambiare orario. E chi non ha la possibilita’ di vederlo alla solita ora lo puo’ sempre registrare.
    Grazie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *