Il futuro dei Dear Jack tra i Modà e Sanremo

By on giugno 25, 2014
I Dear Jack si raccontano in un'intervista a DavideMaggio.it

text-align: center”> I Dear Jack si raccontano in un'intervista a DavideMaggio.it

I DEAR JACK APRIRANNO I CONCERTI DEI MODA’ – Nel corso della finale di “Amici”, Francesco (Kekko) Silvestre aveva chiesto ai Dear Jack, tramite un videomessaggio, di aprire i concerti della band di cui è frontman: i Modà. E, come se non bastasse, i secondi classificati al talent di Canale 5 si vedono già pronti anche per il palco di Sanremo. Justin Timberlake, Micheal Jackson, Stevie Wonder, Green Day e Blink 182 non sono che alcune (delle piuttosto eterogenee)  fonti di ispirazione della band. Il frontman Alessio, però, tiene a precisare che, qualora dovessero partecipare a Sanremo – come la riapertura ai talent da parte dei nuovo direttore artistico Carlo Conti lascia sperare – lo farebbero con la loro consueta umiltà. Dopo l’esperienza ad “Amici”, inoltre, al gruppo si sono aperti vari palcoscenici televisivi di tutto rispetto, come quello dei Music Awards di RaiUno e degli Mtv Awards, oltre ad avere la possibilità di suonare, appunto, ai concerti dei Modà nei principali stadi italiani. E sui Modà, Alessio ha qualcosa di particolare da dire…

dear-jack-alessio-bernabei

A BREVE, LE PROVE SERRATE PER LE APERTURE DEI CONCERTI – Tra poco, infatti, cominceranno le serissime (e serratissime) prove in vista dell’apertura dei concerti dei Modà. Saranno prove “pratiche”, naturalmente, ma anche mentali: sapere di esibirsi davanti a milioni di persone virtuali (come avviene in tv) è decisamente diverso dall’esibirsi davanti ad una platea ben più ristretta, ma più attenta e partecipe negli stadi italiani. E su “Amici”, poi, Alessio afferma che si tratti di uno strumento che possa condurre verso la notorietà, ma sarebbe il talento il vero motore del successo. E, sebbene all’inizio pensasse che nel talent ci fosse una certa dose di finzione, vista la natura televisiva del programma, si è ben presto dovuto ricredere, partecipandovi.

ESSERE “QUASI” AMICI – Della finale del talent che li ha visti arrivare ad un passo dalla vittoria, i ragazzi non hanno che bei ricordi, nonostante lo stress e le difficoltà. Difficoltà e stress che proprio uno dei professori ha contribuito ad acuire: Rudy Zerbi. Zerbi, infatti, ha assegnato molte volte alla band la maglia nera, sostenendo, addirittura, che Alessio cantasse meglio da solo. Ma quest’ultimo non ne vuole sapere, perché cambia molto il valore di un’esibizione se è accompagnata dai musicisti, rispetto alla sola base. Con buona pace di Zerbi che, pare, al momento, straveda per loro. C’è da dire, poi, che dei Dear Jack sentiremo ancora parlare, se non altro perché il loro produttore, Lorenzo Suraci, è anche l’attuale presidente di RTL 102.5. Della capacità di essere una band che intercetta i gusti di un vasto pubblico, anche dopo la fine di “Amici”, però, non si discute. Mentre su Debora, invece, vincitrice del programma, un po’ si stanno affievolendo i riflettori – se non altro, quelli televisivi.

About White Gold

Nato in un soleggiato mercoledì del 1990, dopo la maturità linguistica e una Laurea binazionale in Lettere, sto studiando Comunicazione e Culture dei Media. L'interesse per il mezzo televisivo è soltanto uno dei motivi che mi spinge a scrivere per questo blog, oltre a farmi intraprendere alcune esperienze nello studio di casi di comunicazione sociale alla Rai.

2 Comments

  1. Pingback: Maria De Filippi a RTL 102.5: “Al Coca Cola Summer Festival, giuria ragionata tra radio e televisione” | LaNostraTv

  2. Pingback: Modà, a settembre su Canale 5 il concerto a San Siro | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *