J-Ax dichiara: “Suor Cristina né vista né sentita dopo la finale. Il Flop di vendite? Colpa dei pregiudizi”

By on giugno 24, 2014
j-ax-the-voice

text-align: center”>j-ax suor cristina

J-AX A SORRISI: CON SUOR CRISTINA RAPPORTI PERSI DOPO LA FINALE – Non è passato troppo tempo dalla chiusura della seconda stagione di The Voice of Italy che ha visto trionfare con poche sorprese la cantante religiosa suor Cristina Scuccia, salita alla ribalta della popolarità mondiale nel giro di poche ore dalla messa in onda delle Blind Audition ma che non ha convinto poi il mercato discografico, complice anche un pezzo inedito non entusiasmante, finendo per tornare rapidamente nel silenzio delle sue stanze. Contattato dalla redazione di Tv Sorrisi e Canzoni, J-Ax, il coach che ha portato vittoriosamente fino in fondo la sua concorrente, dopo averla difesa a spada tratta per mesi interi contro chiunque la attaccasse per l’abito che porta, discute ora sul futuro di suor Cristina dandole consigli su dove puntare il proprio obiettivo anche in vista del flop di vendite del singolo scritto nientemeno che dall’autorevole mano di Neffa. Inoltre, ammette anche che i contatti tra i due sono andati persi già al termine della finale del 5 giugno per cause personali che li hanno spinti a dividersi.

j-ax-suor-cristina-scuccia

J-AX: IN ITALIA TROPPI PREGIUDIZI SU SUOR CRISTINA – Come si legge sul settimanale oggi in edicola, J-Ax ammette e spiega di non aver avuto più rapporti con la suora già dal termine della finale che l’ha vista sollevare in alto la colpa (oltre ad un recitato padre nostro):

Dopo la finale non ci siamo più visti né sentiti, ma prima di separarci le ho detto di chiamarmi se avesse avuto bisogno di una mano. Ho fatto il mio compito, sono come Han Solo di Guerre stellari dopo che ha condotto i ribelli alla vittoria, quindi magari ci vedremo nel sequel.

Anche in questo caso, non risparmia i suoi popolari Axforismi che lo hanno spinto con successo a commercializzarsi raccogliendo le sue perle in un libro, ed ammette che la presa di distanza è avvenuta per il suo bisogno di staccare da un intenso periodo di lavoro,  ma anche per via del ritorno di suor Cristina nel convento dove vive la sua vocazione affiancata dalle consorelle. Interviene poi sul flop di vendite del brano inedito della cantante scritto per lei appositamente da Neffa, flop che imputa principalmente ai pregiudizi che le girano intorno; per questo la incita ad affacciarsi sui mercati esteri magari puntando su nuovi brani scritti in in lingua inglese, ma leggendo le sue parole pare non abbia preso in considerazione che il pezzo Lungo La Riva possa più semplicemente non essere piaciuto al grande pubblico. Il futuro di suor Cristina resta ad oggi ancora un’incognita, per vedere come finirà non ci resta che aspettare.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

2 Comments

  1. vincenzo

    giugno 24, 2014 at 19:14

    L’amaro in bocca e’ una brutta cosa, anche coloro che l’hanno tanto criticato manchera’ tanto.
    Gli italiani sono amanti delle fiction, ma nel grande schermo manca una vera suora che ama tanto cantare con il pubblico.
    Questo sara’ un grande occasione per la rai per farla tornare in tv, ma per riuscirvi ci vogliono sceneggiatori in gamba coreografie perfettamente adeguate.
    Significa incominciare ad educare gli ascoltatori alle buone maniere.
    Le suore orsoline sono nate per questo scopo “educare ed insegnre”.
    Per questo, le suore orsoline hanno aperto una scuola di canto e recita con relativa danza: scuola da dove e’ uscita suor Cristina.
    Cio’ significa smettere con atteggiamenti anti clericali e incominciare ad ascoltare chi ha qualcosa da proporre.
    Non avere paura di bruciare e di recitare il “padre nostro” come una cosa nostra privata.
    Con il “padre nostro” non dobbiamo pagare i diritti di autore ma solo di mettersi a confronto con la propia coscienza.
    J-ax sai dovre trovare suor Cristina non ti preoccupare che non brucerai.La cosa importante e non mettersi dalla parte di Pilato.

  2. marco.p3

    giugno 24, 2014 at 20:27

    Il singolo di Suor Cristina è stato un flop perchè lei si è rivelata per quel che è: un fenomeno momentaneo che ha entusiasmato la gente per l’abito che portava e non per il suo (mediocre) talento.
    Da la colpa del flop al pregiudizio… quando in Italia gli artisti che vendono di più sono proprio quelli su cui ci sono più pregiudizi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *