Linea Verde Orizzonti Estate e la cucina medievale: la ricetta della “campagnola”

By on giugno 8, 2014
campagnola

text-align: center”>Linea Verde Orizzonti Estate

LINEA VERDE ORIZZONTI ESTATE, LA RICETTA DI QUESTA SETTIMANA: LA CAMPAGNOLA

Vuoi stupire i tuoi commensali servendo loro un piatto d’altri tempi? Porta a tavola la gustosa “campagnola” preparata a Linea Verde Orizzonti Estate da Chiara Giallonardo con il gastronomo Fabio Stivali, nella puntata trasmessa dal borgo di Sermoneta (LEGGI QUI se non l’hai seguita). Un secondo di origine medievale, a base di carne e davvero squisito! Insomma… da provare subito! (dopo il salto sono disponibili la lista degli ingredienti e la procedura da seguire per la preparazione di questo secondo sfizioso).

 

campagnola-1

INGREDIENTI. Carne di vario tipo (Fabio utilizza coniglio, pollo ruspantino e maiale), qualche cucchiaio d’olio (va bene anche l’olio di cedrangolo), un po’ di rosmarino, pesto (preparato con basilico, rosmarino e pistacchio), dadini di melanzana, visciole e sciroppo (le dosi degli ingredienti devono essere stabilite in base al numero di persone per le quali si prepara la pietanza).

PREPARAZIONE. Mettere in una pentola pezzetti di carne di coniglio, pollo ruspantino e maiale. Condire con olio, profumare con un po’ di rosmarino (Fabio utilizza olio di cedrangolo) e cuocere (il cedrangolo è un incrocio tra l’arancia selvatica e il cedro: il suo olio è profumatissimo, ha un ottimo sapore, una consistenza particolare e contiene origano selvatico, mentuccia selvatica, aglio e prezzemolo; veniva usato in passato per conservare la carne; è ottimo anche per condire la pasta!). Aggiungere un po’ di pesto preparato con basilico, rosmarino e pistacchio (Fabio specifica che il pistacchio è diffusissimo e antichissimo). Girare con un cucchiaio, unire poi un po’ di melanzane tagliate a cubetti (Fabio precisa che la melanzana ha il solo scopo di assorbire i grassi in eccesso e l’acqua), delle visciole (Fabio sottolinea che le visciole sono un ricostituente naturale, essendo ricche di potassio, ferro, vitamina A e vitamina C; sono inoltre un’antinfiammatorio potentissimo) e lo sciroppo. Lasciar restringere un po’. Girare ancora, ultimare la cottura, impiattare e servire. Buon Appetito! 

E per restare ai fornelli… CLICCA QUI se ti sei perso/a le ricette presentate nella puntata precedente, trasmessa dalla Sardegna: seadas e malloreddus con carciofi, arselle e bottarga.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *