Lineablu ricorda la Prima Guerra Mondiale: sabato 28 giugno 2014 trasferta ad Ancona

By on giugno 26, 2014
lineablu-logo

text-align: center”>Lineablu un mare da amare

PER NON DIMENTICARE… 24 maggio 1915: la città di Ancona viene distrutta da un violento bombardamento che provoca la morte di oltre 60 persone. E in occasione del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, Lineablu sabato 28 giugno farà un salto indietro nel tempo per una sorta di viaggio nella storia. A bordo del cacciamine Viareggio, nel porto di Ancona, si parlerà del progetto “Lineablu WW1- la Grande Guerra sul mare”, in collaborazione con la Marina Mlitare Italiana, Mibact e TG1 Storia, per raccontare una guerra meno nota perché combattuta per mare e della quale non esistono vestigia conservate nei musei… eppure sono centinaia le navi, i pescherecci e i transatlantici affondati durante la guerra: dei veri e propri cimiteri nei quali nessuno va a portare fiori (nella gallery fotografica sono disponibili alcune bellissime immagini immortalate nei luoghi visitati nelle puntate precedenti e nell’edizione 2013).

i-crateri-di-stromboli

LINEABLU APPRODA AD ANCONA. Le telecamere di Lineablu si sposteranno poi presso i laboratori della Facoltà di Scienze del Mare dell’Università di Ancona, dove con Donatella Bianchi si parlerà dell’identificazione dei numerosissimi organismi che colonizzano i relitti sommersi e delle nuove attività di laboratorio per la tutela del patrimonio sommerso. Spazio anche alla pesca: con il Prof. Piccinetti potremo infatti assistere all’arrivo dei pescherecci, allo sbarco e all’asta del pesce azzurro, prima di salire a bordo di una barca per gustare meravigliosi piatti di mare dal sapore mediterraneo. L’escursione proseguirà tra Numana e Sirolo dove, in compagnia di un geologo e del direttore del Parco del Conero, si parlerà delle caratteristiche geologiche e del processo di degradazione delle falesie e della fascia costiera.

UN MARE… D’AMARE! Emozioni mozzafiato, subito dopo, a largo del promontorio del Conero con una suggestiva immersione per scoprire e conoscere gli organismi marini che popolano questi fondali meravigliosi. Un’altezza massima di 240 metri, un dedalo di camere che si susseguono su 7 livelli per circa 25 km, laghi dalle acque cristalline e un trionfo di stalattiti e stalagmiti dalle dimensioni eccezionali: Lineablu ci porterà infine alla scoperta del complesso carsico delle grotte di Frasassi. Non mancherà, ovviamente, Fabio Gallo, che come ogni settimana proporrà curiosità, storie di personaggi e non solo. Appuntamento con Lineablu sabato alle 14.00 su Rai1 (LEGGI QUI se ti sei perso/a la puntata precedente, trasmessa dall’isola del Giglio).

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *