Mondiali 2014: il presidente Lula, fan di Andrea Pirlo

By on giugno 20, 2014
foto andrea pirlo

text-align: center”>foto andrea pirlo

ANDREA PIRLO, GUIDA DEGLI AZZURRI AI MONDIALI 2014. Protagonista indiscusso di questi Mondiali 2014, ove contro l’Inghilterra ha incantato tutti, Andrea Pirlo, il Mago con la maglia numero 21, anche stasera sarà indubbiamente la guida degli Azzurri di Prandelli.

ANDREA PIRLO OGGI FELICE ACCANTO A VALENTINA BALDINI. Protagonista nei mesi addietro sulle testate del gossip e della cronaca rosa, per via della fine del suo matrimonio con Deborah Roversi dopo dodici anni – nel corso dei quali sono nati due bambini – e la sua nuova storia d’amore con Valentina Baldini, ex di Riccardo Grande Stevens, figlio di Franco Grande Stevens, lo storico avvocato della famiglia Agnelli; oggi Andrea Pirlo fa parlare per le sue prodezze sul campo e per le sue incredibili capacità tecnico-tattiche, in grado non solo di confondere e sovrastare gli avversari, ma di affascinare i fan ed il grande pubblico!

foto-andrea-pirlo-campo

LULA, LUIZ INÁCIO DA SILVA, FAN DI ANDREA PIRLO. E proprio tra i suoi numerosissimi fan, come rivela “Europaquotidiano” pare ce ne sia uno davvero d’eccezione, ossia Luiz Inácio da Silva, meglio conosciuto forse come Lula, l’ex presidente brasiliano o per meglio dire il presidente più amato in favela e dalla popolazione umile del gigante sudamericano! Si si avete capito bene, perchè come spiega il giornalista Paolo Manzo, sembra che Lula sia davvero innamorato delle prodezze del “Mago” con la camicia numero 21 della Nazionale italiana, sulla scia di quanto riportato da Bernardo Mello Franco, in un trafiletto della rubrica “Painel” de la “Folha de Sao Paulo”, rivista tra le meglio informate sulle indiscrezioni politiche e sportive, ed ovviamente oggi sui dietro le quinte, dei Mondiali 2014.

ANDREA PIRLO COME IL “PIEDE SINISTRO D’ORO”! Un vero e proprio tifoso Lula, l’ex presidente del Brasile, che a quanto pare, quando vede Andre Pirlo scendere in campo, cambia l’espressione del volto e con chiunque sia parlando, inizia a tessere le lodi del Mago degli Azzurri, con la camicia numero 21, paragonando nostalgicamente Andrea Pirlo, ogni volta che fa uno dei suoi lanci millimetrici a Gérson, alias “canhotinha de ouro”, cioè il famoso “piede sinistro d’oro”, in grado di verticalizzazioni di ben oltre i 40 metri; indubbiamente il miglior cervello della Seleçao e MVP nella finale del 1970, che grazie anche ad un suo splendido goal, fece vincere il Brasile contro l’Italia, con un risultato di 4 a 1. Un paragone ed un complimento quindi per Andrea Pirlo non da poco, che indubbiamente nella partita di staserà, tra i numerosi fans a seguirlo e a sostenerlo avrà anche il presidente Lula!

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *