Mondiali 2014, la Nazionale Azzurra e la vita nel ritiro made in Italy di Mangaratiba

By on giugno 18, 2014
italia

text-align: center”>prandelli

SENTIRSI A CASA. Anche se i calciatori della Nazionale azzurra sono a migliaia di chilometri da casa non rinunciamo a tutto ciò che può farli sentire in Italia: cibo, attrezzature sportive, giochi e naturalmente familiari. Nel ritiro blindato del Portobello Resort di Mangaratiba, infatti, non manca niente che possa far respirare l’aria italiana ai nostri eroi che si preparano venerdì ad affrontare la squadra del Costa Rica, dopo la bella vittoria con l’Inghilterra di sabato scorso.

IL CIBO. Sicuramente ci si sente a casa quando a tavola si trova il cibo del proprio Paese. Questo vale anche per i nostri calciatori, infatti dall’Italia sono arrivate le scorte alimentari che servono a tenere in forma gli atleti azzurri. Sulle tavole del ritiro brasiliano non mancano: prosciutto cotto e crudo, bresaola, parmigiano reggiano, olio extravergine di oliva, pasta, riso, salsa di pomodoro, vino e tanto altro ancora. Un regime alimentare tipicamente italiano, quindi, seguito da due nutrizioniste partite a seguito della squadra.

allenamenti-2

ATTREZZATURE SPORTIVE MADE IN ITALY. Dal Belpaese arrivano anche le attrezzature e l’abbigliamento sportivo forniti dallo sponsor tecnico della Nazionale: 25 divise blu da gara, 15 seconde maglie bianche, tute, sottomaglie e  impermeabili. Made in Italy sono anche gli apparecchi per il recupero dei giocatori e per le cure fisioterapiche. Non mancano, poi, i modi per rilassarsi e trascorrere il tempo libero, spazio quindi ai videogiochi, Sirigu e Motta primeggiano in quelli da guerra mentre De Rossi non sarebbe proprio un campione in quelli di basket. Ci sono anche un flipper, tavoli da tennis da tavolo e altre distrazioni.

MOGLI, COMPAGNE, FIGLI E PARENTI. Nessun uomo, infine, può vivere senza i propri affetti accanto. Un calciatore, anche se le scuole di pensiero su questo argomento sono diverse, è più sereno se può avere vicino famiglia o amici. Così in spazi separati ma comunque nel ritiro di Portobello ci sono mogli, compagne, figli e parenti stretti. In questi giorni ci sono le famiglie di Marchisio, Cassano, Paletta, Motta e Aquilani; le compagne di Balotelli, Cerci e Prandelli e i genitori di Chiellini. In queste ultime ore è arrivata con i figli anche Alena Seredova, l’ex Signora Buffon.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *