Rolling Stones finalmente a Roma: 71mila fan in delirio al Circo Massimo

By on giugno 23, 2014
Rolling-Stones

text-align: center”>rolling stones concerto a roma

MICK JAGGER E I SUOI NON DELUDONO. Una fiammata davvero emblematica ha accolto l’ingresso sul palco di Keith Richards, seguito dallo storico frontman Mick Jagger. Così si è aperto 014 On Fire, attesissimo concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo di Roma. Il boato di 71mila fan spazza via le polemiche dei giorni scorsi, lasciando spazio alla musica, quella che ha reso le “Pietre rotolanti” una vera leggenda. Jagger scalda il pubblico parlando italiano (Grazie. Ciao Roma, ciao Italia) e cantando Jumpin’ Jack Flash. Poi è la volta di You Got me Rocking: Jagger parla ancora italiano, ricevendo in cambio l’ennesimo boato di apprezzamento. C’è posto anche per ricordare i Mondiali, nel concerto spettacolo degli “Stones”, con un augurio speciale per gli Azzurri, che domani affronteranno l’Uruguay per giocarsi l’ultima carta qualificazione. Finirà 2-1 per l’Italia, profetizza. La storia della musica dentro la storia del mondo, ha commentato un Ignazio Marino davvero soddisfatto che, da sindaco di Roma, ha dovuto affrontare il l’organizzazione di un evento che ha dovuto fare i conti non solo con i fan italiani, ma anche con quelli stranieri, accorsi per acclamare i loro idoli.

mick-jagger-foto-3

KEITH RICHARDS ACCENDE LA NOTTE ROMANA CON I SUOI IMMANCABILI RIFF. Una scaletta “classica” che non ha mancato di emozionare il pubblico con ile grandi hit della storica band, da Jumpin’ Jack Flash a It’ s only Rock Roll, Let’s spend The Night together, Streets Of Love, per arrivare alla mitica Satisfaction, passando per Respectable, Start Me Up, Miss You, Honky Tonk Women e Sympathy For The Devil. Un vero fiume in piena per Mick Jagger e i suoi, che sono riusciti a unire l’Italia intera in un evento che non ha mancato di sollevare delle polemiche, in perfetto stile italiano. Eppure, l’esperienza e la passione di anni sul palco hanno fatto sì che tutti dimenticassero gli alberghi di lusso e il versamento delle tasse al Comune pressocché irrisorio (se ne parlerà ancora, non v’è alcun dubbio). Appena 20mila i romani presenti al Circo Massimo, il resto della ciurma, accorsa per sentir ancora tuonare la vecchia cassa di Jagger, era composta da italiani provenienti da altre regioni ma anche da stranieri, che hanno approfittato dell’evento per fare una capatina al Circo Massimo e godere degli storici riff di Keith Richards.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *