The Voice of Italy 2014: la vincitrice della seconda edizione è Suor Cristina

By on giugno 6, 2014
The-Voice-of-Italy

text-align: center”>The-Voice-of-Italy

THE VOICE OF ITALY, SUOR CRISTINA VINCE LA SECONDA EDIZIONE – Si era capito fin dalle Blind Auditions che Suor Cristina sarebbe stata tra i protagonisti di questa seconda edizione di The Voice of Italy, dopo che 50 milioni di persone nel mondo avevano visualizzato la sua esibizione su youtube. Tra parodie, complimenti, critiche ed ovazioni, questa giovane suora siciliana è riuscita, suo malgrado, ad attirare l’attenzione e a far parlare di sé. La sorella 25enne trapiantata a Milano però è andata oltre, e si è guadagnata la vittoria del talent, sostenuta completamente dal pubblico a casa tramite il televoto (con il 62,30% dei voti). Questa sera, nel corso di una lunga diretta finale, Cristina ha cantato “Beautiful that way” dalla colonna sonora del film “La vita è bella”, poi ha duettato con J-Ax sulle note di una particolare versione rap de “Gli anni” degli 883. Nel corso della competizione ha inoltre presentato sul palco il suo inedito, scritto da Neffa e intitolato “Lungo la riva”, e ha anche intonato nuovamente il pezzo presentato alle Blind, “No One” di Alicia Keys. Infine, durante la sfida contro il secondo classificato Giacomo Voli del Team Pelù, ha riproposto “What a feeling”, brano già sentito nella fase live. 

suor-cristina

SUOR CRISTINA VINCE THE VOICE OF ITALY – Per festeggiare la vittoria Suor Cristina ha recitato sul palco il “Padre nostro“, tra lo stupore di tutti e i commenti del conduttore Federico Russo e dei coach (“Adesso io e Pelù prendiamo fuoco“, è l’ultimo Ax-forismo di questa edizione). Un risultato che non stupisce, se si pensa che Suor Cristina è sempre stata, fin dalle prime puntate, la cantante più votata ed apprezzata dai telespettatori: tra i più amati talenti del “Team dei losers” capitanato da J-Ax, questa giovane voce ha affrontato mesi non facili, dopo essere stata catapultata nel mondo dello spettacolo come una star, pur avendo differenti aspirazioni ed altri impegni nella vita che ha scelto di intraprendere. Cristina però ha ammesso di essere molto contenta di aver vissuto questa esperienza, e di apprezzare molto, nel coach che l’ha seguita in questi mesi, la sua diversità che è anche la sua forza. Sul rapporto particolare che l’ha legata al suo J-Ax fin da quando la sua poltrona rossa si era girata per prima infatti, la ragazza ha commentato ai microfoni di Giornalettismo: “So che per molti il mio coach J-Ax rappresenta un mondo distante anni luce dal mio, ma ho sempre pensato che lui sarebbe stato il ponte perfetto fra il linguaggio dei giovani e quello della Chiesa. Fin dall’inizio qui a ‘The Voice’ ho detto: ho un dono, ve lo dono”. E sulla notorietà improvvisa e planetaria che l’ha travolta fin dalla prima puntata di The Voice, ha aggiunto: “Ho seguito la passione per il canto senza sapere che grazie a The Voice mi sarei ritrovata a diventare un personaggio con una notorietà che non cercavo, ma che spero possa dare ai giovani la voglia e la forza di seguire i propri sogni”. L’unione tra “Il diavolo e l’acqua santa” dunque ha dato i suoi frutti: la seconda The Voice of Italy, che si aggiudica un ambito contratto discografico con la Universal, è Suor Cristina Scuccia.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.