Una storia qualunque: il 7 giugno su RaiUno la replica della miniserie con Nino Manfredi

By on giugno 3, 2014
foto miniserie una storia qualunque

text-align: center”>foto miniserie una storia qualunque

UNA STORIA QUALUNQUE – E’ già tempo di repliche nel palinsesto Rai. Dopo il film tv dedicato a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone (Paolo Borsellino – I 57 giorni) e dopo  il grande successo di ascolti che ottenne nel 2000, Rai Uno ha deciso di mandare in onda in replica il prossimo 7 giugno alle 21,10 la miniserie diretta da Alberto Simone e prodotta in collaborazione tra Rai Fiction, Sidecar Films & Tv, France 2 e 13 Productions. La data coincide con i dieci anni dalla scomparsa dell’attore Nino Manfredi, protagonista della fiction che a suo tempo ottenne oltre 8 milioni e mezzo di telespettatori per la prima parte e oltre 11 milioni per la seconda.

UNA STORIA QUALUNQUE, IL CAST  – Oltre a Nino Manfredi nel ruolo di Michele La Torre, nella miniserie troviamo anche Bruno Wolkowitch (Mirko Mancini), Agnese Nano (Sara), Antonio Manzini (Sandro), Carlo Croccolo (Pietrostefani), Giancarlo Dettori (Guido Mosca), Tano Cimarosa (venditore ambulante) e Giancarlo Ratti (direttore del carcere).

foto-1-una-storia-qualunque

UNA STORIA QUALUNQUE, LA TRAMA – La miniserie racconta la storia di Michele, un uomo che esce di prigione dopo aver scontato trent’anni con l’accusa di omicidio della moglie. Egli, in realtà, non ha commesso il delitto, e ora, ormai anziano, decide di andare alla ricerca dei suoi due figli, Sara e Sandro, affidati a un’altra famiglia dopo il suo arresto.  Ad aiutarlo in questa impresa è Mirko, un avvocato sul lastrico che conosce casualmente, il quale incontra per caso Sara e se ne innamora, ma decide di tenere il segreto per sé per non farlo scoprire a Michele. Questi, invece, riesce a sapere dove abitano i figli e si fa assumere di nascosto come giardiniere. I sensi di colpa di Mirko, però, rischiano di mandare tutto all’aria, senonché egli avvalora la tesi secondo la quale Michele è innocente tramite vecchie carte del processo e alcune indagini dell’ormai pensionato commissario Pietrostefani che si era occupato del caso trent’anni prima. Mirko riesce così a scovare il vero assassino, scoprendo i motivi del delitto e riunendo Michele alla sua famiglia.

NINO MANFREDI, ciociaro di nascita e romano d’adozione, è stato attore, regista, sceneggiatore, doppiatore, scrittore e cantante. E’ annoverato tra i grandi interpreti del piccolo e grande schermo italiano, ma ha cominciato la sua carriera in teatro molto giovane. Dopo aver abbandonato la prosa agli inizi degli anni Cinquanta, ha formato un trio con i quali si è esibito nei varietà radiofonici e in diversi spettacoli del teatro di rivista e della commedia musicale. Dopo aver avviato la carriera cinematografica e televisiva, ha ottenuto un grande successo nel 1959 con la sua partecipazione al programma Canzonissima, dove portò in scena il personaggio del barista di Ceccano, diventato un classico della comicità italiana del tempo. Successivamente si è dedicato anche alla carriera di doppiatore, scenografo e regista. Dopo anni di assenza dalla tv è tornato alla ribalta grazie al suo Geppetto nella miniserie Pinocchio del 1971. L’ultimo film interpretato è del 2003. L’anno dopo è scomparso a causa di un infarto cerebrale.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *