Gogglebox in autunno su Mediaset: grande successo in patria per la tv che “distrugge” se stessa

By on luglio 20, 2014

GOGGLEBOX ARRIVA IN ITALIA: IN AUTUNNO SULLE RETI MEDIASET – Di recente erano davvero in molti ad aver urlato alla morte dei reality show in televisione, in effetti il loro appeal stava lentamente crollando verso derive poco intriganti ed inevitabilmente trash, ma come una fenice che rinasce dalle proprie ceneri, il secondo decennio del nuovo millennio pare aver portato nuova linfa per tale genere televisivo. Concepito ora nei nuovi prodotti in una forma indirizzata alla costruzione intelligente ed appassionante dell’osservazione della vita umana, ne è un esempio il reality di Rai 2 Pechino Express di cui anche la terza stagione è stata confermata, si appresta adesso ad arrivare sulle reti Mediaset un nuovo prodotto che tanto ha fatto discutere in Gran Bretagna, sua patria natia, dove scorci di vita quotidiana si mescolano alla programmazione televisiva della settimana suscitando a volte anche le ire degli altri inquilini delle stesse reti. 

gogglebox-protagonisti-1

Nella Gallery alcune immagini tratte da Gogglebox UK

SUCCESSO IN PATRIA… SUCCESSO ANCHE IN ITALIA PER GOGGLEBOX? – La prima volta che si sentì parlare nel nostro paese di Gogglebox – questo il nome originale del format – era un sabato pomeriggio primaverile di Rai 3, dove alcune scene tratte dal programma in questione vennero visualizzate e poi discusse in studio alla corte di Massimo Bernardini in quel di Tv Talk. Se ne intese da subito il potenziale mediatico che un prodotto del genere era in grado di suscitare, ed era risultato già da allora interessante immaginare come tale format potesse trovare vita anche nel Bel Paese in un futuro non troppo lontano. Ad esempio, conoscendo l’ironia velenosa che sul web si scatena quando si commentano vicissitudini di personaggi come Barbara D’Urso, il solo pensiero di sentire certi commenti pronunciati con toni sarcastici in tv aveva un che di stimolante, ed ora sembrerebbe finalmente arrivato il momento in cui anche la televisione potrà osservare se stessa da diverse angolazioni. Ma nello specifico, in cosa consiste tale reality?

GOGGLEBOX, LA TV CHE GUARDA (E COMMENTA) SE STESSA – La formula è quanto mai semplice ma assolutamente efficace. Un salotto casalingo, un televisore, ed uno, due o più semplici spettatori che smanettano col telecomando alla ricerca del programma perfetto. Per capire cosa poi accade basta osservare quel che succede in casa nostra ogni volta che gironzoliamo tra i diversi programmi e canali televisivi, quando la nostra fantasia (o il nostro odio) si scatena sotto forma di commenti più o meno galanti nei confronti dei tanti signori che affollano lo schermo. Ecco, esattamente questo è Gogglebox, una telecamera che riprende gente che guarda la tv, mandando in onda senza filtri ne censure i commenti che scappano ai protagonisti/padroni di casa; questi ultimi sono praticamente sempre gli stessi, diventando a loro volta dei personaggi mediatici interessanti da seguire.

GOGGLEBOX RISCHIA DI OFFENDERE QUALCUNO? – In patria, nonostante il grande successo di pubblico e critica ottenuto abbia fatto vincere al programma il BAFTAgli oscar tv locali – come miglior reality dell’anno, non tutti si sono dichiarati soddisfatti del montaggio finale. In particolare, diversi personaggi della stessa rete in cui il format va in onda – Channel 4 – hanno sollevato perplessità sul fatto che, su di una stessa rete, un’ora dopo venga commentato con battute sarcastiche e dissacranti quanto andato in onda sulla stessa emittente soltanto un’ora prima. In Italia Gogglebox dovrebbe vedere la luce nel periodo autunnale, ed il rischio che qualcuno made in Mediaset finisca per offendersi è assolutamente dietro l’angolo, ma in fondo non è anche questa la forza di un format che mira a portare la voce del popolo in tv?

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *