Millennium, evasore totale: “Non pago tasse da 9 anni”. Pioggia di critiche, la rete si divide sull’obiezione fiscale

By on luglio 23, 2014
Millemmium, polemiche su evasione fiscale

MILLENNIUM, UN EVASORE TOTALE SPIEGA DAVANTI ALLE TELECAMERE LA SUA BATTAGLIA CONTRO IL FISCO ITALIANO: PROTESTE E POLEMICHE. Non pagare le tasse è un reato, ma sono in tanti a pensare che di fronte ad una imposizione sempre più spietata quello della “obiezione fiscale” sia un mezzo legittimo di autodifesa. Punta dell’iceberg di questo fenomeno, fotografato nelle recenti statistiche sull’evasione come qualcosa di molto radicato a livello nazionale, è l’esempio di chi ha scelto di non presentare alcuna dichiarazione dei redditi sfuggendo completamente alla morsa del Fisco. Il caso eclatante di Graziano Fortin, finito nel mirino dell’Agenzia delle Entrate in quanto evasore totale, chiamato negli studi del nuovo programma serale di Raitre Millennium per esporre le ragioni alla base della “resistenza” contro le tasse e pronto a portare avanti la sua battaglia di disobbedienza fiscale ad ogni costo.

millennium-talk-show-raitre

MILLENNIUM, EVASORE OSPITE DEL TALK SHOW DI RAITRE: INDIGNAZIONE IN STUDIO E IN RETE. “Da nove anni non pago le tasse” ha confessato l’imprenditore in studio, motivando il tutto con l’opposizione alla politica fiscale degli ultimi esecutivi, ritenuti incapaci di “dare servizi” in cambio dei soldi sottratti ai cittadini contribuenti e aggiungendo subito dopo che soltanto adesso lo Stato italiano si è accorto del suo lavoro in nero. Le reazioni suscitate già in studio (presenti il vicedirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, l’europarlamentare di Forza Italia Giovanni Toti, il dirigente del Pd Filippo Taddei e il professore di economia Giulio Sapelli) dall’intervista al “campione” di evasione, deriso apertamente da alcuni ospiti e criticato con estrema durezza da altri, mentre in rete la spaccatura tra chi s’indigna dell’ennesimo “furbetto” dalla “faccia tosta” che rivendica orgogliosamente la scelta di non pagare le tasse davanti alle telecamere della tv pubblica e coloro che invece approvano sia la forma che la sostanza di una “rivolta” anti-tasse destinata a fare breccia.

MILLENNIUM, UN IMPRENDITORE DICHIARA DI NON PAGARE MAI LE TASSE ED ACCENDE IL DIBATTITO. “Segnaliamolo a Serpico con foto segnaletica” propone via Twitter l’utente Alfiere24, seguito a ruota da Emily indignata per lo spazio “vergognoso” offerto in uno studio della televisione di Stato ad un paladino dell’illegalità e da altri che invitano Fortin a “cambiare Paese” per dimostrarsi coerente con le tesi esposte ai microfoni di Millennium. Il tema sollevato nel talk show estivo della terza rete condotto dalle tre giornalista Mia Ceran, Elisabetta Margonari e Marianna Aprile è di quelli caldi, anzi scottanti e quindi divisivi per eccellenza: toccherebbe alla classe politica, come sottolineato da qualche ospite della stessa trasmissione nel corso del dibattito, dare risposte credibili ad una situazione che, in materia fiscale ma non solo, sembra ormai essere sfuggita di mano ai governi di qualsiasi colore politico succedutisi negli ultimi anni al potere.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *