Morte Giorgio Faletti, il ricordo dei colleghi da Pippo Baudo a Teo Teocoli

By on luglio 4, 2014
giorgio-faletti-5

text-align: center”>giorgio faletti morto

MORTE GIORGIO FALETTI, IL RICORDO DEGLI AUTORI GINO & MICHELE – Dopo la precoce scomparsa di Giorgio Faletti annunciata questa mattina, oltre ad una rapida manovra di cambio di palinsesti per omaggiare il lato attoriale dell’artista, molti personaggi dello spettacolo che negli anni hanno avuto a che fare con lui non si sono tirati indietro nel commentare la notizia della morte. Attore e scrittore, nella sua lunga carriera avviata da cabarettista negli anni ’70 ha avuto modo di incontrare molti nomi più o meno dello spettacolo come gli autori Gino & Michele, che sottolineano su Smemoranda.it come Faletti avesse anche propensione verso la musica:

Professionalmente rigoroso e sempre concentrato sulla precisione e credibilità delle sue invenzioni, Faletti era un punto di riferimento per le giovani generazioni che stavano per intraprendere la professione del comico televisivo […] Ma come accade a qualche comico, pur considerando il far ridere un obiettivo importante, lui non lo ritenne mai l’unico scopo della sua vita artistica. Fu infatti anche musicista, e portò a Sanremo il successo di Signor tenente.

Con loro, anche altri volti noti si sono uniti al coro del ricordo come il collega Antonio Ricci che lo ha visto crescere e maturare nel suo Drive In e che oggi gli dedica queste parole, così come Pippo Baudo e Teo Teocoli che colgono l’occasione per salutare un caro amico ed apprezzato collega.

faletti-giorgio

PIPPO BAUDO RICORDA FALETTI COME UNA PERSONA PER BENE – Pippo Baudo, nel ricordarlo, racconta il legame che li unì sul palco dell’Ariston di Sanremo quando un Giorgio Faletti in erba presentava alle sue orecchie i versi di Signor Tenente, brano poi diventato molto popolare e su cui Baudo, credendoci ma non fino in fondo, ha puntato:

Giorgio ha fatto una carriera bellissima, quando mi fece sentire il “Signor tenente gli dissi di metterci un’introduzione musicale e glielo feci fare a Sanremo. Non pensavamo che avrebbe avuto un così grande successo e Faletti, che era una persona sempre attenta agli altri, decise di devolvere i diritti d’autore ai parenti delle vittime di mafia.

Per Baudo, Giorgio Faletti era semplicemente “Una persona per bene“,ed anche lui, come buona parte della gente, era completamente ignaro della malattia che l’artista stava affrontando, altrimenti, ammette, si sarebbe fatto sentire per dargli conforto.

TEO TEOCOLI PARLA DI GIORGIO FALETTI DA AMICO – Per Teo Teocoli, comico molto popolare che ha condiviso con Faletti gli esordi al Derby di Milano, parla di lui da amico ricordando l’ormai lontano periodo degli esordi quando “Fare cabaret era davvero un’avventura” da condividere insieme. Poi, in un rapporto costante nel tempo, la scoperta di Giorgio Faletti come vero artista poliedrico:

E’ un dispiacere enorme, la sua perdita fa male al cuore perché la nostra era una grande amicizia. Nel tempo ci ha sorpresi per la sua poliedricità. Attore, cantautore e poi scrittore di grande successo. Viene a mancare un amico carissimo con cui ho condiviso gli anni più belli della carriera e della vita, e non sono frasi di circostanza.

About Vito Tricarico

Nato nel cuore del sud nel 1993, diplomato da non molto come Tecnico della Gestione Aziendale. Curioso osservatore con la voglia di costruirsi ogni cosa con le proprie mani, dedica il proprio tempo a dilettarsi nella scrittura, nel disegno e dare seconda vita ad oggetti comuni.

One Comment

  1. Pingback: Mike Bongiorno dimenticato dalla tv italiana: lo sfogo della moglie Daniela Zuccoli | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *