Beppe Grillo, nuovo attacco ai tg e a Bianca Berlinguer

By on settembre 9, 2014

Nuova dichiarazione del Leader del Movimento 5 Stelle sta destando innumerevoli polemiche per le parole al vetriolo utilizzate contro i telegiornali. Il rapporto tra la tv e il Movimento 5 Stelle, com’è noto, è da sempre contraddittorio e nonostante Beppe Grillo conosca bene le dinamiche televisive tanto da aver deciso di parteciparvi lui stesso, prima da Enrico Mentana e poi da Bruno Vespa a Porta a Porta, proprio non riesce a digerire l’ informazione dei media italiani.

E’ stata la giornalista direttrice del Tg3 Bianca Berlinguer a dargli il “la” per l’ennesima bocciatura del giornalismo italiano. La Berlinguer infatti alla festa de Il Fatto Quotidiano ha parlato di un’informazione piuttosto appiattita riguardo le decisioni dell’attuale Governo, riferendosi chiaramente alle posizioni del Movimento 5 stelle.

Ebbene, Beppe Grillo non se l’è lasciato dire due volte ed ha immediatamente replicato alla giornalista affermando che se l’opposizione continua a disertare la tv  sarà sempre più difficile trovare un’alternativa all’attuale compagine di Governo. Ma non finisce qui…

foto_beppe_grillo_primo_piano

Beppe Grillo ha invitato i cittadini a spegnere la tv in occasione dei telegiornali boicottando l’informazione veicolata dal piccolo schermo poiché i tg prendono per il c…. Sembra uno slogan, un mantra da ripetere, come ha affermato qualcuno eppure la linea di Beppe Grillo rimane sempre la stessa, salvo sfruttare la televisione in occasioni di necessità come nelle passate Elezioni Europee che però, da come sembra, non hanno creato affatto un surplus per il risultato elettorale del Movimento. In ogni caso l’idea rimane sempre quella e lo ribadisce anche il portavoce del Movimento 5 stelle che messo in evidenza che un giornalista del servizio pubblico dovrebbe lavorare professionalmente, senza alcuna preferenza di sorta. E voi da che parte state?

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *