Flavio Parenti dice no a “Ballando con le stelle: “Con tutto il rispetto, i reality non li faccio”

By on settembre 11, 2014

E’ tutto pronto (o quasi) per l’imminente decima edizione di Ballando con le stelle, lo show del sabato sera di Rai 1 condotto da Milly Carlucci: tra gli altri, faranno parte del cast di aspiranti ballerini Giorgia Surina, Giulio Berruti, Marisa Laurito, Katherine Kelly Lang (Brooke di Beautiful), Teo Teocoli, Vicent Candela e Giusy Versace. Nulla di fatto invece per l’attore e regista Flavio Parenti – volto ormai noto al pubblico della rete ammiraglia Rai – che poche ore fa ha gentilmente declinato l’invito, spiegando dettagliatamente le proprie ragioni anche tramite social network.

Con tutto il rispetto, i reality non li faccio. Preferisco nascondermi timidamente dietro una maschera disegnata ad arte” ha scritto Flavio ieri sera sul proprio profilo Facebook, dimostrando un certo livello di coerenza, qualità che a molti suoi colleghi ultimamente manca.

Considerato una delle giovani promesse attoriali provenienti dalla sua generazione, l’attore, classe 1979, quest’anno ha aumentato molto il proprio livello di popolarità dopo aver recitato nella fiction in sei puntate firmata da Pupi Avati, “Un matrimonio”, ma soprattutto nella nona stagione di “Un medico in famiglia”, nei panni del nuovo medico protagonista Lorenzo Martini. Flavio, rispondendo direttamente alle osservazioni critiche mosse nei suoi confronti da alcuni fan, è poi entrato nei particolari, esternando meglio le motivazioni che lo hanno portato a tale scelta.

foto_flavio_parenti_medico_in_famiglia

“Temo di seguire un concetto forse estraneo a molti. Ho studiato per fare un lavoro (attore e regista), provo a farlo bene e questo richiede sforzo e molti sacrifici. Fortunatamente mi da molte gioie, ma non sono un ballerino, un architetto, o un medico. In fondo io non sono un “personaggio dello spettacolo”.

La parte più interessante del discorso però – quella a cui tutti i VIP o presunti tali dovrebbero pensare prima di accettare di prendere parte di programmi e reality di vario genere – è quella finale: “Spesso la celebrità rende gli uomini supereroi, che credono di poter fare tutto ed essere pagati quanto una persona prende in parecchi anni di vita. Ecco, se proprio devo essere pagato bene vorrei che fosse per una cosa speciale che so fare. Non perché sono io, ma perché so fare una cosa speciale”. Che dire, complimenti per l’onestà e la correttezza! E voi cosa ne pensate?

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

One Comment

  1. Pingback: Un Medico in Famiglia 10: graditi ritorni e due addii che faranno discutere | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *