Giovanni Floris sfida Ballarò: a diMartedì Crozza e Pagnoncelli, aspettando Matteo Renzi per la prima puntata

By on settembre 3, 2014

Giovanni Floris punta a sottrarre pubblico a Ballarò: se l’avessimo scritto qualche mese fa sarebbe sembrata fantascienza, invece da quando è stato annunciato il contratto milionario che ha portato il giornalista a La7 per lui si è profilata proprio una sfida contro quello stesso programma che ha contribuito a creare e portare al successo. Ballarò contro diMartedì, il nuovo format in onda dal 16 settembre appena presentato in conferenza stampa ai giornalisti.

L’obiettivo di Floris è proprio portare il pubblico di Rai3 su La7, come mostra il promo del programma che inscena un trasloco dal civico 3 al 7: il conduttore ha già le idee ben chiare sul suo talk, con la consapevolezza che oggi il pubblico è cambiato, è volatile e incostante, ma soprattutto bombardato da un’offerta informativa più ampia che in passato, dunque più difficilmente fidelizzabile.

In realtà l’avventura di Floris a La7 parte dall’8 settembre con diciannovEquaranta, la striscia quotidiana che anticipa il Tg La7 di Enrico Mentana: si tratta di una finestra informativa fortemente voluta dal giornalista romano, che ha trovato nell’emittente di Cairo l’interesse per realizzare un progetto altrove snobbato.

foto_giovanni_floris

Su La7 Floris sperimenterà l’informazione giornaliera per poi approfondire le tematiche di più stretta attualità nel talk di prima serata, assicurando che “diMartedì non sarà una fotocopia di Ballarò“. Il giornalista ha spiegato che non guarderà la nuova edizione affidata a Massimo Giannini, cui comunque ha fatto i suoi migliori auguri.

Con diMartedì amplierò il discorso cominciato a Ballarò, una trasmissione partita da zero con me e che ho lasciato quando andava meglio e con cui mi confronterò con al timone Massimo Giannini: a prenderne la guida è stato chiamato uno bravo (…) Col tempo ci riprenderemo le persone che ci guardavano a Ballarò su Rai3.

Per portare a casa la sfida contro il brand consolidato di Ballarò, Floris punta su tre “capisaldi“, così li ha definiti in conferenza stampa.

Io in conduzione con il mio gruppo autorale, il sondaggista più autorevole per me in Italia, Nando Pagnoncelli, e la satira con il comico satirico più brillante in Italia, Maurizio Crozza.

Questo il mix di elementi vincenti, compreso il suo classico saluto finale “alé“, a cui Floris non rinuncerà. Mentre sul fronte degli ospiti in studio, ha già mandato i primi inviti: tra questi, uno è arrivato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, con cui ha avuto uno scontro nell’ultima stagione di Ballarò, “per un faccia a faccia con chi la pensa diversamente“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

5 Comments

  1. Pingback: Otto e mezzo prima puntata lunedì 8 settembre 2014 con Marco Travaglio | LaNostraTv

  2. Pingback: Video Maurizio Crozza spot Crozza nel Paese delle meraviglie | LaNostraTv

  3. Pingback: Roberto Benigni assoldato per la copertina del nuovo Ballarò | LaNostraTv

  4. Pingback: Piazzapulita anticipazioni ed ospiti prima puntata 15 settembre 2014 | LaNostraTv

  5. Pingback: Ballarò anticipazioni ed ospiti 15 settembre 2014 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *