La prova del cuoco, 30 settembre 2014: i meravigliosi piatti di oggi

By on settembre 30, 2014

Secondo giorno della settimana in compagnia degli chef, dei concorrenti e delle maestre di cucina del cooking show più seguito della televisione italiana, in onda a mezzogiorno su Rai1, puntuale come sempre, che anche oggi ha visto la preparazione di gustose ricette ideali per imbandire la tavola in ogni occasione (clicca qui se ti sei perso/a le ricette di ieri).

Oggi a La prova del cuoco sono stati preparati un meraviglioso soufflè al formaggio con cuore di mortadella (da Anna Moroni), una strepitosa tarte tatin con pomodori, fagiolini e mozzarella (da Sergio Barzetti) e uno sfizioso calzone aperto napoletano (da Gino Sorbillo).

Ricette de La prova del cuoco a parte, perchè non provare anche il delizioso pollo fritto allo yogurt presentato ieri da Matteo Torretta a Detto Fatto o i golosissimi cupcake realizzati dai concorrenti di Dolci dopo il Tiggì con Ambra Romani?

foto_anna_contro_chi_01

SOUFFLE’ AL FORMAGGIO CON CUORE DI MORTADELLA. Preparare la besciamella nel modo classico (con latte, burro, farina e fecola). Amalgamare in una boule 3 rossi d’uovo con 1 etto di groviera grattugiata (o, in alternativa, parmigiano), incorporando 6 albumi montati a neve (da aggiungere un cucchiaio alla volta). Lavorare il composto girandolo dal basso verso l’alto con un cucchiaio, salando e pepando. Insaporire con un pizzico di noce moscata. Riempire gli stampini monoporzione (Anna ne utilizza 4) per metà, sovrapporvi un po’ di mortadella precedentemente tritata nel mixer con un po’ di pistacchi e coprire con altro composto: alla fine gli stampini devono essere pieni per 3/4 del loro volume. Cuocere in forno a 180 gradi per 25 minuti. Nel frattempo scaldare un po’ di zucchero in una padella con spicchi di pera, sui quali spruzzare un po’ di aceto. Servire i soufflè con le pere in agrodolce (consulta la gallery per vedere la scheda con le dosi degli ingredienti e le foto della preparazione di questa pietanza meravigliosa presentata da Anna Moroni nel torneo “Anna contro chi?”). 

TARTE TATIN CON FAGIOLINI, POMODORI E MOZZARELLA. Tagliare i pomodorini a dadini ponendoli in una piccola ciotola e condirli con alcune foglioline di basilico. Lavare i fagiolini e mondarli, prima di cuocerli per una decina di minuti in una pentola contenente abbondante acqua con 1 foglia d’alloro e un goccio d’olio. Al termine della cottura, spegnere il fornello, insaporirli con un pizzico di sale e farli riposare per alcuni minuti. Successivamente scolarli e asciugarli. Foderare una teglia circolare con della carta da forno, imburrarla abbondantemente, spolverarla con pane raffermo grattugiato e formaggio e adagiarvi dentro i fagiolini, da coprire con il disco di pasta sfoglia. Scaldare in forno a 200 gradi per un quarto d’ora. Al termine della cottura, sformare la tarte tatin e porla su un piatto da portata. Servire aggiungendo i pomodori a concassè, spolverare con pangrattato e formaggio parmigiano e condire con qualche goccia di burrata fresca (sfoglia la gallery per vedere la scheda con le dosi degli ingredienti per 4 persone e le foto di tutte le fasi della preparazione di questa pietanza portata a tavola da Sergio Barzetti nello spazio “La cucina innovativa”).

CALZONE APERTO. Per l’impasto occorrono: 200 grammi d’acqua, 10 grammi di sale, 350 grammi di farina “00” e 4 grammi di lievito di birra fresco. Per il condimento servono invece: prosciutto crudo, olio extravergine d’oliva, ricotta a fette, rucola fresca, scaglie di Parmigiano Reggiano e fettine di fior di latte del giorno prima (le dosi sono per 6 persone). Per preparare un ripieno aperto lungo 40 centimetri, occorre una pagnotta di pizza pesante circa 500 grammi. Versare dunque in una bacinella 200 grammi d’acqua, in cui sciogliere 4 grammi di lievito di birra fresco. Unire subito dopo la farina un po’ alla volta (in totale ne servono 350 grammi), per ottenere una pastella che risulti cremosa. Aggiungere in ultimo 10 grammi di sale e impastare utilizzando un cucchiaio e aggiungendo (a pioggia) la farina rimanente. Lavorare l’impasto per un quarto d’ora e successivamente trasferirlo fuori dalla boule, lavorandolo su un piano con delle velature di farina ancora per qualche minuto (2-3), per farlo asciugare. Porre l’intera massa in una casseruola lasciandola lievitare (coperta da una pellicola trasparente) per circa 6-7 ore (a temperatura ambiente). Finita la lievitazione, scaldare il forno e preparare gli ingredienti per il ripieno napoletano aperto, ossia prosciutto crudo, rucola fresca, ricotta a fette, scaglie di Parmigiano Reggiano e fette di fior di latte (del giorno prima). Stendere l’impasto su un po’ di farina e adagiarvi fette sottili di mozzarella su metà della superficie. Chiudere il lembo di sopra mantenendosi a 3-4 cm dal bordo dello strato di sotto. Posizionare (con un movimento deciso) il ripieno aperto su una teglia foderata con carta forno. Spennellare con olio e.v.o. la superficie e cuocere in forno per circa 12 minuti a 220 gradi. Al termine della cottura, tirare il lembo superiore con la punta delle dita in modo da poter inserire il resto degli ingredienti. Tagliare il calzone a triangoli e servirlo (la foto di questo calzone delizioso firmato Gino Sorbillo, è disponibile nella gallery).

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

2 Comments

  1. Pingback: Dolci dopo il Tiggì, 30 settembre 2014: la caprese in salsa di frutto della passione di Sal De Riso | LaNostraTv

  2. Pingback: Le ricette de La prova del cuoco, 1 ottobre 2014: le gustose pietanze di oggi | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *