Massimo Giannini presenta il nuovo Ballarò: “Avremo uno scoop a settimana. Floris un amico, Santoro un maestro”

By on settembre 2, 2014
Foto Massimo Giannini a Ballarò

Chi lo conosce lo descrive come un uomo molto sicuro di sé e convinto delle proprie possibilità. Sarà per questo che Massimo Giannini non lascia trapelare alcuna titubanza di fronte al difficile compito che l’aspetta da martedì prossimo con Ballarò, ovvero prendere in eredità un programma che è anche un marchio e un marchio che ha anche un volto ben preciso, quello di Giovanni Floris.

L’ormai ex vicedirettore di Repubblica ha raccontato il nuovo Ballarò, in onda dal 9 settembre su Rai3, in una lunga intervista ad Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera. Stessa collocazione, stessa squadra di lavoro e stessa formula, che in questi anni si è rivelata vincente: il talk show per antonomasia torna con un nuovo conduttore, che raccoglie il testimone da Giovani Floris a sua volta in onda nello stesso slot di palinsesto su La7.

Se la formula resta sostanzialmente la stessa, ci saranno delle novità nella sigla, nella copertina satirica che non sarà più affidata a Maurizio Crozza ma ad un altro comico, nel sondaggista di fiducia che non sarà più Pagnoncelli.

foto_massimo_giannini

Sul fatto che Ballarò abbia una sua anima a prescindere da Floris, Giannini è perentorio: “Io non faccio il talk-show di un altro” ha detto a Cazzullo, ricordando che Ballarò è un programma nato e prodotto in casa Rai, leader di ascolti nonostante la perdita di un milione di telespettatori lo scorso anno, nell’ambito della più generale crisi dei talk.

Giannini assicura che Giovanni Floris è “un mio amico“, spiega che considera Michele Santoroun maestro (…) il vero raccontatore della transizione italiana da Tangentopoli in avanti” e Bruno Vespaun’istituzione (…) ovviamente la mia conduzione sarà diversa dalla sua“. Aggiunge che tratterà tutti i politici allo stesso modo, che proverà a raccontare la realtà attraverso dati e fatti, che pensa ad una “soluzione più inclusiva” per gli ospiti che non contrapponga sterilmente la destra alla sinistra, anche perché ormai governano insieme da anni.

Lo scopo del nuovo Ballarò sarà fare di volta in volta un ritratto del paese, ma senza collegamneti con “la piazza urlante, ormai presente in tutti i talk show come pallida imitazione del genere inventato da Santoro negli anni 80.

I nostri inviati avranno il compito di raccontare storie e soprattutto di trovare notizie. Il nostro obiettivo è avere uno scoop alla settimana. Anche se non sempre ci riusciremo, dovremo sempre provarci.

Un Giannini che ancor prima di cominciare si scopre già aziendalista, nonostante il suo nome non sia stato inizialmente accolto con entusiasmo dal sindacato interno, che ha protestato per la scelta di un giornalista esterno invece di una risorsa Rai. Polemica che sembra già rientrata, almeno a giudicare dalle parole del nuovo padrone di casa di Ballarò.

Li capisco: nel mondo ideale, la scelta del direttore di un tg o del conduttore di un programma dovrebbe sempre avvenire all’interno dell’azienda. Bisognerebbe chiedersi perché non accade. Mi piace pensare che il giorno in cui me ne andrò il mio successore naturale sarà un interno. Il mio primo impatto con Vianello e con la sua bella squadra di RaiTre è stato eccellente. La Rai è la più importante azienda culturale del Paese. Deve solo avere il coraggio e l’orgoglio di dimostrarlo ogni giorno.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

3 Comments

  1. Pingback: Giovanni Floris | LaNostraTv

  2. Pingback: Roberto Benigni assoldato per la copertina del nuovo Ballarò | LaNostraTv

  3. Pingback: DiMartedì di Giovanni Floris: prima puntata 16 settembre 2014 su La7 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *