Squadra Antimafia 6, il riassunto della seconda puntata

By on settembre 16, 2014

La seconda puntata della fiction Squadra Antimafia 6 è stata trasmessa ieri sera – 15 settembre – su Canale 5: come lunedì scorso Marco Bocci, Giulia Michelini, Ana Caterina Morariu e il resto del cast, hanno intrattenuto gli affezionati spettatori della serie Taodue, diretta a quattro mani dai registi Christophe Tassin e Samad Zarmandili.

La trama si sta facendo ogni settimana più fitta e complicata:  Domenico Calcaterra (Marco Bocci) sta continuando ad indagare sull’organizzazione Crisalide e sul suo nemico numero uno, Filippo De Silva (Paolo Pierobon), tornato all’operadopo che tutti lo credevano morto.

Nel frattempo Ettore Ragno (Fabrizio Nevola), appena uscito di prigione, insieme ai suoi fratelli sta dominando la malavita di Catania anche grazie alla sua nuova socia in affari Veronica Colombo (Valentina Carnelutti). Cos’altro è successo alla squadra Duomo? Vediamo nel dettaglio il resoconto della seconda puntata di Squadra Antimafia 6.

foto_ana_caterina_morariu

De Silva fa arrivare un carico di armi in Italia con l’aiuto di del trafficante Goran Jovic. Ettore Ragno uccide due uomini che raccolgono scommesse nel quartiere senza passare per lui. Pietrangeli, sotto copertura in carcere, assiste all’uccisione di un suo ‘collega’ accusato di passare informazioni ai nemici di coloro con cui condivide il carcere. La Duomo ha la conferma che De Silva è vivo ed è rientrato dal Montenegro in Italia: quando la squadra è sul punto di bloccarlo, grazie alla soffiata di un taxista – lui riesce a fuggire dopo essere stato avvisato telefonicamente. Dopo l’udienza preliminare per il rinvio a giudizio di Veronica Colombo, a Lara viene espressamente vietato di avvicinarsi alla sorella e il giudice chiede altre prove per poter eventualmente condannare l’imputata nella successiva udienza.

Calcaterra va a trovare Rosy presso l’ospedale psichiatrico dove si trova ricoverata: la donna non ricorda niente e non lo riconosce, ha persino dimenticato il figlio Leonardino e non vuole essere toccata. De Silva ordina a Veronica di consegnare ai Ragno 3 milioni di euro per proporre loro di organizzare un attentato in modo da spaventare i piani alti. Pietrangeli riesce ad avvicinare Don Carmine in carcere e gli parla della propria vicenda personale.  Poco dopo il boss gli manda un indirizzo mail tramite uno dei suoi seguaci, che Sandro passa prontamente ai colleghi della squadra. Da alcune indagini sul traffico d’armi la squadra arriva ai Ragno che stanno per piazzare una bomba con Jovic: dopo una sparatoria Ettore e Saro riescono però a fuggire in moto. La Duomo scopre il legame tra De SilvaVeronica, i Ragno e Don Carmine, e anche che del tritolo è sparito: l’ipotesi della presenza di una bomba si fa sempre più probabile.

Il legame tra Veronica e i Ragno prosegue, il progetto-bomba va avanti. Sciuto e la Leoni bloccano uno degli uomini dei Ragno che sta maneggiando tritolo: dopo le pressioni di Calcaterra, l’uomo parla di una Micra grigia, e la squadra inizia a muoversi immediatamente. Lara riesce a farsi dire da Veronica che la bomba esploderà alle 16.00 in centro in un luogo senza bambini, simbolo delle istituzioni: Calcaterra deduce che l’ordigno esploderà presso la Facoltà di legge, luogo di una cerimonia di investitura, pieno di giovani. Il vicequestore sventa per poco la strage, dopo aver fermato un individuo sospetto nei pressi di una Micra e fatto fuggire tutti i presenti: ad aiutarlo Arceri, un collega dei servizi segreti creduto morto, che vuole evitare morti inutili.

Nicola Ragno capisce che è stata Veronica ad avvisare la Duomo e va a casa della donna: dopo una lite l’ex sindaco lo uccide. De Silva la risparmia perché l’obbiettivo comunque è stato raggiunto e la copre sull’omicidio. Caputo e la Leoni – quest’ultima riceve molte attenzioni da Marta, la proprietaria della libreria – seguono Rachele e arrivano sul luogo dove De Silva ha simulato la morte di Nicola. Ettore è disperato e Veronica cerca di ingannarlo: tra i due nasce qualcosa. Le indagini su Crisalide vengono tolte alla Duomo e affidate ai servizi e Domenico accusa Lara di non voler arrestare la sorella. De Silva scopre che Arceri è vivo, e poi si infiltra da Rosy Abate come suo nuovo medico, utilizzando un travestimento. Il prossimo appuntamento con Squadra Antimafia 6 è per lunedì prossimo, 22 settembre, in prima serata sugli schermi di Canale 5.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

One Comment

  1. Pingback: Squadra Antimafia 6, le anticipazioni della terza puntata | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *