The Walking Dead, zombie mania: ordinato uno spin off con nuovi personaggi

By on settembre 6, 2014

Lo zombie drama The Walking Dead è giunto alla sua quinta stagione, in partenza il 12 ottobre sul canale AMC, l’emittente televisiva via cavo statunitense che in questi ultimi anni ha regalato serie televisive tra le più apprezzate dal pubblico americano e non solo. Per citarne alcune: Breaking Bad che, nonostante la chiusura è ancora molto presente nei palinsesti italiani, e Mad Men che segue le vicende del direttore creativo Don Draper e dei dipendenti della sua agenzia pubblicitaria, la Sterling Cooper.

Ma nonostante il grande successo del genere seriale, la ricerca di nuovi prodotti forti diventa sempre più difficile: anzitutto la concorrenza si fa sempre più agguerrita, come dimostrano le serie cult sfornate da Netflix, House of Cards e Orange is the new black; inoltre duplicare il successo di serie così di impatto nell’immaginario collettivo non è cosa semplice. Forse è per questo che la AMC ha ordinato un pilot per una serie, ancora senza nome, annunciata come spin off di The Walking Dead ma che, in realtà, parte dall’orizzonte narrativo della serie ideata da Frank Darabont per seguire nuove strade.

Cosa è accaduto nel resto del mondo dopo l’invasione zombie? Come si è organizzata la guerriglia? Questo l’interrogativo alla base della nuova serie che, così come vi abbiamo raccontato per Ashecliffe e la pellicola madre Shutter Island, sfrutterà l’universo di The Walking Dead per superarlo e raccontare altre storie: una curiosità che accompagnava i fan già dalle prime stagioni, come rivela Charlie Collier, presidente di AMC.

foto_abraham_walking_dead_quinta_stagione

Sempre Collier ha voluto sottolineare come l’operazione di espandere l’universo di The Walking Dead non sia un’idea improvvisata ma un’operazione che terrà bene in mente le prospettive di sviluppo della serie madre che per adesso ha la priorità sul resto. AMC promette ai fan qualcosa di davvero “coinvolgente, unico e intrigante”. Nel progetto sono coinvolti Robert Kirkman, Gale Anne Hurd e David Alpert. Il lavoro di scrittura è stato affidato, invece, a Dave Erickson  e ancora una volta a Robert Kirkman.

Il primo, co – creatore di The Walking Dead, è lo sceneggiatore della serie Marco Polo, voluta da Netflix per il mercato europeo nella quale comparirà anche l’attore italiano Pierfrancesco Favino nel ruolo del padre di Marco Polo. Kirman, invece, è il padre del soggetto di The Walking Dead, nonché lo scrittore dell’omonima serie a fumetti.

Nell’attesa del pilot della nuova serie sorella di The Walking Dead, come dicevamo ad inizio post, si appresta ad essere trasmessa la quinta stagione del drama. Ma a che punto eravamo rimasti con la quarta stagione? L’ingresso tra le mura di Terminus ha deluso le aspettative; il mondo paradisiaco raccontato dai messaggi radio e dai cartelli lungo la ferrovia sembra non aver nulla a che fare con la realtà del Santuario. Superato, infatti, il giardino e Mary c’è un gruppo misterioso che tiene prigioniero Rick, capitanato da Gareth.

Su questo nuovo personaggio aleggia un’aria di mistero: sarà il nuovo nemico della quinta stagione o un forte alleato per l’ex sceriffo Grimes?

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *