Barbara d’Urso a Tv Talk sfoggia fair play: si candida per il video di Fedez

By on ottobre 25, 2014
foto Barbara d'Urso

Dopo quasi una settimana dalla famosa intervista del premier Matteo Renzi a Domenica Live, la curiosità attorno ai retroscena dagli studi Mediaset non ha accennato a diminuire. Dal carmelitasmack alla dichiarazione sugli 80 euro alle neomamme, l’intervista è stata pubblicata su tutte le prime pagine dei giornali per la gioia di Maria Carmela.

Oggi, Barbara d’Urso è stata ospite di Tv Talk, il programma del sabato pomeriggio di Rai3 dove si discute della televisione italiana, dove ha sfoggiato una grande dose di fair play; del resto, con i numeri che sta raccogliendo con Pomeriggio Cinque e Domenica Live, poco le importa delle accuse di televisione trash e del dolore che le arrivano ormai da tutte le parti.

Forte del suo pubblico sempre più numeroso, Barbara d’Urso a Tv Talk è tornata anche sulle dichiarazioni del rapper Fedez e sul testo della sua canzone Non c’è due senza trash, dove Fedez si scaglia contro una certa televisione che ha come regina proprio la conduttrice di Canale5. Sfoggiando tutto il suo fair play, ha dichiarato di provare simpatia per Fedez, proponendosi come attrice per il video clip della brano.

foto_barbara_durso_carlo_freccero_tv_talk

Fedez, ha commentato la conduttrice, le fa simpatia: le diverte chi contesta, del resto anche lei è stata ed è una contestatrice. Andata via di casa a diciotto anni per seguire la sua strada, è dalla parte di chi come lei nella vita contesta e questo la diverte molto. Dimostrandosi in grado di fare autocritica ha, inoltre, dichiarato di essere giustamente contestabile e che, se Fedez glielo chiedesse, sarebbe disposta a comparire nel video della canzone incriminata.

Del resto, finché tutto questo clamore attorno al suo modo di condurre produce certi risultati per l’azienda, lei non può che essere felice. Per farvi capire l’entità delle scelte autorali della d’Urso, diamo un po’ di numeri. L’intervento del premier Renzi si è aperto alle 16.30 circa, quando lo share di Domenica Live era attorno al 14%. Ad intervista chiusa, circa un’ora dopo, lo share segnava il 19,17% con l’incremento di circa 300.000 telespettatori.

A livello di ascolti, l’unico che riesce a tenerle botta e a vincere è Massimo Giletti con l’Arena su Rai1: per la Domenica In di Perego e Insegno c’è davvero poco margine di miglioramento, mentre La vita in diretta si difende come può, considerando lo spaventoso traino de Il Segreto ad inizio puntata che tocca quotidianamente il 30% di share (qui per il resoconto dei dati auditel dei contenitori pomeridiani di questa settimana).

Tornando all’intervista di Renzi, secondo Nicola Porro, ospite in collegamento a Tv Talk, Barbara d’Urso ha dato una lezione di giornalismo, meglio di qualsiasi corso universitario: la bravura di una conduttrice sta nel mettere al centro della scena l’intervistato, renderlo protagonista.

Barbara d’Urso si è detta assolutamente in accordo con quanto dichiarato da Porro: “Secondo me l’abilità di chi conduce un’intervista dev’essere quella di mettere a proprio agio completamente l’ospite e di farlo diventare protagonista”.

Un altro colpaccio per la conduttrice che continua senza sosta a costruire il suo regno nei pomeriggi degli italiani. (Sfogliando la gallery fotografica troverete le immagini dalla puntata di oggi di Tv Talk con Barbara d’Urso e le altre sue apparizioni nel programma di Rai3).

Voi avete visto l’intervista di Barbara d’Urso a Matteo Renzi? Che cosa ne pensate? E della polemica con Fedez? Chi ha ragione?

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

One Comment

  1. Rossella

    ottobre 25, 2014 at 20:07

    Il punto è che intorno a queste intervista ruota un mondo che non mi spiego… posto che la benzina ha raggiunto costi elevatissimi, verrebbe da chiedersi come mai in un paese in cui c’è bisogno di dare degli incentivi alle famiglie, le strade di provincia sono sature di automobili (anche di grande cilindrata) che tra tasse, bollo e spese varie sono l’equivalente di un cavallo da mantenere in un maneggio? Le nostre strade traboccano di telecamere: a cosa servono questi dispositivi? Io le accetto nella misura in cui si rivelano funzionali a mantenere un contatto con l’economia del paese reale… studiano il traffico nei piccoli centri urbani si potrebbe arginare il fenomeno dell’evasione fiscale. E’ giusto raccontare l’Italia attraverso i bonus bebè e gli ottanta euro in busta paga, ma mostriamo anche quelle che Berlusconi definiva paese benestante… venne giù un putiferio mai visto senza pensare che con ogni probabilità aveva ragione! A mio avviso è cambiato poco o nulla, forse sono aumentate le tasse… questa manovra ha definitivamente messo una pietra sopra al ceto medio, ma si tratta di un impoverimento che non produrrà niente in termini di palingenesi del tessuto sociale. Tuttalpiù aumenterà la clientela dei discount.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *