Barbara d’Urso furiosa su Instagram: “Tutti contro me”

By on ottobre 17, 2014
foto barbara d urso

E’ sicuramente tra i personaggi televisivi più amati e odiati allo stesso tempo del panorama italiano. In onda 6 giorni su 7, può vantarsi del successo auditel nel pomeriggio feriale anche se alla domenica la battaglia si fa decisamente più dura, vuoi per la mancanza di traino, vuoi per la lunghezza della sua trasmissione. Adesso però si ribella sui social network, stufa dei ripetuti attacchi che riceve.

Barbara d’Urso furiosa su Instagram: “Tutti contro me” o almeno questa è la sintesi del messaggio che accompagna la foto che ha postato sul celebre social network, condivisa anche su Twitter. Effettivamente di nemici la conduttrice di Canale 5 ne ha ma mai aveva preso posizione in tal modo perché di solito… querela!

Così oggi Barbara d’Urso, furiosa su Instagram, dichiara “Tutti contro me”, senza specificare a chi si riferisca. Perché gli hashtag svelano poco: buongiorno anche a lui o lei, serenità, peace and love. Ma a chi sono rivolte le ire funeste di Barbarella? Che sia Fedez?

foto_d_urso_instagram

“Ed anche stamane qualcuno si sveglierà inventando completamente qualcosa contro di me pur di apparire.” Questo quanto scritto dalla conduttrice che però, forse, si tradisce con l’hashtag poverino, che sia rivolto quindi ad un uomo? Certo è che la polemica con Fedez continua per la sua canzone Non c’è due senza trash e, proprio riguardo al contenuto dove si prende di mira la d’Urso, il rapper ha specificato di non voler attaccare lei, quanto invece quel il tipo di giornalismo che esercita.

Fedez ha poi concluso dicendo che per lui quello non è affatto giornalismo. Ma se invece l’attacco fosse rivolto a Selvaggia Lucarelli che su Facebook ha postato una foto di una notifica Twitter, la quale recita che Carmelita ha iniziato a seguirla? Ecco infatti il commento: “Quando spiamo le bacheche delle donne che odiamo dobbiamo stare attente, altrimenti partono richieste di amicizia o si inizia a seguire per sbaglio quella persona. Tipo lei con me”. (Le foto dei post nella gallery)

Allora chi sarà stato a far arrabbiare Barbara? Anche perché pare davvero giù di corda, visto che non ha ancora scritto nulla riguardo gli ascolti del suo amato Pomeriggio 5 o del fatto che è in onda per una nuova puntata. Vedremo allora se deciderà di parlare, dato che ora sembra davvero stufa di questi attacchi e inimicizie in questo mondo crudele, quello dello spettacolo, che non risparmia nessuno.

About Manuel Lardelli

Nato nel 1996, giovane aspirante giornalista, frequenta il quinto anno del liceo linguistico. Le sue passioni sono la musica e la televisione; ama infatti Madonna e Kylie Minogue e si diletta a scrivere riguardo a ciò che succede davanti e dietro le quinte del piccolo schermo. Sogna una vita fatta di scadenze, corse, orari incerti, pezzi scritti, servizi montati e magari di apparire in video.

2 Comments

  1. bruno

    ottobre 18, 2014 at 19:37

    è una bella donna e una brava presentatrice, ma deve smetterla i fare la vittima e di tirarsela

  2. Rossella

    ottobre 18, 2014 at 23:30

    La conduzione di Barbara D’Urso è interessante, però non è facile leggere nel suo sarcasmo… oggettivamente la gente, con ogni probabilità, penserà che sta al settimo cielo!
    Il punto è che le storie che racconta si neutralizzano a vicenda perché confluiscono in un’unica grande storia (quella della famiglia) e quindi finisce per apparire poco credibile… se ci pensiamo la storia dei padri separati che non possono arrivare a fine mese è la stessa storia del figlio che aspetta di essere riconosciuto dal padre o della ragazza che è stata lasciata dopo aver scoperto di essere incinta… lei il più delle volte racconta le condizioni di vita del nucleo familiare e la coperta è sempre corta perché un figlio vorrebbe vivere nelle stesse condizioni del padre e della madre… stesse stesse! Buona parte delle storie di cronaca rosa (e non) si riconducono al tema del vil denaro e forse quello che manca sul piano narrativo è la coerenza… non si possono fare processi alle intenzioni partendo da scelte che oggi ci sembrano più virtuose di altre! Questa si chiama presunzione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *