Cotto e mangiato, 3 ottobre 2014: i classici involtini primavera

By on ottobre 3, 2014

Direttamente dalla Cina alle vostre tavole, ecco a voi una ricetta molto dietetica, con pochi grassi nonostante sia fritta, ed ideale anche per i vegetariani, essendo a base solo di verdure. Dopo la ricetta della torta di verdure di ieri, questo è un altro piatto perfetto per chi non è fissato con la linea, ma adori mangiare sano con gusto. Ecco a voi che con soli 6 – 7 euro e 30 minuti del vostro tempo, la Cina sarà davvero più vicina.

In questa puntata di Cotto e mangiato, la fantastica cuoca Tessa Gelisio si cimenterà nella creazione di buonissimi involtini primavera, come quelli del ristorante cinese, se non più buoni! Come primo step, dovete tagliare alla julienne o a listarelle in ordine le seguenti verdure: 100 g di carote, 150 g di zucchine, e 200 g di verza o cavolo cappuccio bianco. Fatele saltare in padella per alcuni minuti.

Tessa Gelisio, attenta a seguire la ricetta originale degli involtini primavera, con grande maestria ha fatto saltare ancora un po’ le verdure e aggiunto alle verdure saltate 100 g di germogli di soia. Ricordate di sfumare il tutto con 4 cucchiai di salsa di soia, e per dare un tocco speciale aggiungete un po’ di zenzero a piacere, lasciandole intiepidire.

foto_involtini_primavera_01

Volendo potrete modificare la ricetta con la variante della carne di maiale a cubetti o della salsiccia. Successivamente prendete dei fogli di carta di riso e metteteli in acqua fredda. Stendeteli su un piano asciutto e farcitele con un cucchiaio colmo di ripieno, ormai raffreddato.

Arrotolate una delle due estremità sul ripieno, così come viene mostrato anche nella fotogallery, e poi ripiegate i due lati verso l’ interno e continuate ad arrotolare fino a creare un involtino perfetto. Una volta creati i vostri involtini primavera, fate scaldare abbondante olio di arachidi e friggete gli involtini. Quando saranno dorati e croccanti, proprio come quelli del ristorante cinese, se non più buoni, essendo fatti in casa, scolateli sulla carta assorbente. In pochissimi minuti saranno pronti per essere serviti, magari accompagnati da una ciotolina di salsa di soia.

Una ricetta davvero speciale ed economica per chi ama la cucina cinese, ma a causa della crisi non riesce a recarsi molto spesso al ristorante cinese. Domani chissà cosa preparerà di buono Tessa Gelisio all’interno della sua cucina… Per scoprirlo sintonizzatevi sempre su Italia1 alle ore 12.50.

About Leila Cimarelli

Leila Cimarelli, nasce il 10 marzo 1990, originaria di Roma, nel 2000 si trasferisce con la famiglia a Salerno. Amante del cinema, del teatro e della televisione, da sempre. Diplomata nel 2009 all'Istituto Tecnico Commerciale "A.Genovesi" - Salerno, nel 2010 si iscrive alla facoltà di Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo presso l' Università degli Studi di Salerno, laureandosi nel febbraio 2014. Ora è iscritta al corso di laurea magistrale di Editoria, Informazione e GiornalismoTelevisione dell’Università Roma Tre. Sogna un giorno, di poter lavorare nel mondo del giornalismo.

2 Comments

  1. Pingback: Dolci dopo il Tiggì del 3 ottobre 2014: il plumcake variegato e la torta di Luca Montersino | LaNostraTv

  2. Pingback: Cotto e mangiato, 6 ottobre 2014: una gustosissima omelette noci, erbette e ricotta | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *