Dolci dopo il Tiggì 31 ottobre 2014. La creazione di Luca Montersino: dolcetto o scherzetto?

By on ottobre 31, 2014
foto Dolci dopo il Tiggì

Ultimo giorno della settimana, ultima puntata del mese, ultima sfida a suon di golosità tra Vincenzo Monaco e Donato Policelli, che anche oggi nel talent dolciario più “sweet” della televisione italiana, in onda come di consueto all’ora del caffè, hanno presentato ai telespettatori della prima rete un dessert straordinario, assolutamente da rifare a casa, da consumare magari dopo un ricco pranzo con i piatti presentati a mezzogiorno a La prova del cuoco!

Oggi, venerdì 31 ottobre 2014, Dolci dopo il Tiggì ci ha deliziati con la straordinaria creazione di Luca Montersino: il meraviglioso dessert “dolcetto o scherzetto?”, così chiamato perchè dedicato ad Halloween e ideato dal pasticcere proprio per la trasmissione di Antonella Clerici. Dunque, un dolce inedito! Ma prima di scoprirlo, clicca qui per conoscere la ricetta del gustoso tortino con broccoli e toma di capra realizzato ieri sui fornelli di Cotto e Mangiato. Irresistibile!

La splendida creazione di Luca Montersino, presentata oggi a Dolci dopo il Tiggì durante la temutissima prova di “Alta Pasticceria”, è illustrata dettagliatamente, passo dopo passo, nella gallery fotografica. Ma prima di godertela, assaggia ancora un delizioso piatto rustico: le sfiziose patate ripiene presentate ieri a Detto Fatto, su Rai2. Buonissime!

foto_dolcetto_o_scherzetto_01

Una sfida agguerritissima quella odierna di Dolci dopo il Tiggì, che ha visto il siciliano Vincenzo Monaco, campione in carica da 6 settimane, e il pugliese Donato Policelli, dichiararsi guerra a colpi di panna montata, zucchero e crema pasticcera per l’ultima volta, entrambi con 2 punti conquistati nelle puntate precedenti. E anche questa volta ad avere la meglio è stato Vincenzo, che si è riconfermato campione battendo l’avversario!

Sfoglia la ricchissima gallery fotografica per vedere le schede con le dosi precise di tutti gli ingredienti e le immagini relative alle varie fasi della preparazione, dall’inizio alla fine, di questo dessert straordinario, “Dolcetto o scherzetto?”, perfetto per la festa di Halloween.

Preparare lo stampo in gelatina: far idratare la colla di pesce in polvere (o in fogli) in acqua a temperatura ambiente contenuta in una pentola sul fornello (spento), girando con la frusta a mano. Al termine dell’idratazione, accendere il fornello e continuare a girare con la frusta a mano, per far sciogliere la gelatina. Mentre la gelatina si scioglie, versare lo zucchero semolato in un’altra pentola, contenente sempre acqua, con il fornello acceso. Aggiungere anche il glucosio e il destrosio e girare il tutto con la frusta a mano. Unire infine l’alcol alimentare e versarvi dentro anche la gelatina sciolta. Girare ancora un po’ e lo sciroppo è pronto.

Versarne una parte sul fondo di un piccolo secchio o di una pentola molto alta, far solidificare, sovrapporvi una zucca unta con dell’olio e versarvi sopra la rimanente parte di composto, coprendo totalmente la zucca. Lasciar solidificare di nuovo in frigorifero. Al termine della solidificazione, togliere lo stampo dal secchio, tagliarlo con il coltello a metà altezza, aprirlo e togliere la zucca dall’interno, in modo da ottenere due cupole.
Spennellare il fondo di una cupola con del burro di cacao verde. Spennellare la rimanente superficie interna della cupola con burro di cacao arancione, coprendo anche il fondo con questo colore. Spennellare tutto a sua volta con cioccolato bianco fuso, coprando i precedenti colori. Rifinire bene i bordi e far indurire il cioccolato. Staccare poi delicatamente la cupola interna di cioccolato che si sarà formata, e lo stampo resterà di nuovo vuoto! Si avrà in questo modo la parte superiore della finta zucca. Ripetere la stessa operazione con l’altro stampo, ma senza utilizzare il burro di cacao verde: si formerà in tal modo la parte inferiore della finta zucca. Porre entrambe le parti della finta zucca in frigo per un po’.

Preparare il cremoso: fondere zucchero e burro in una pentola. Girare con la frusta a mano. Aggiungere la polpa del frutto della passione. Girare un po’ e unire poi le uova sbattute, tutte in una volta. Unire le scorze di limone grattugiate e, quando la crema sarà addensata, allontanarla dal fuoco e aggiungere la gelatina idratata. Trasferire il cremoso in una bacinella e farlo raffreddare nell’abbattitore o nel freezer per 2 ore.

Foderare una teglia con carta forno e disporvi sopra i cubetti di zucca. Aggiungere il burro a fiocchetti, lo zucchero e far caramellare in forno a 180 gradi per mezz’ora.

Togliere dal frigo le due parti di zucca finta. Decorare la parte inferiore ponendo (con un sac a poche) la bavarese al cioccolato bianco sul fondo. Sovrapporvi uno strato di pan di Spagna. Bagnare con 4-5 cucchiai di bagna al maraschino. Adagiarvi sopra uno strato di cremono al passion fruit raffreddato (sempre con il sac a poche), un altro strato di Pan di Spagna, sempre da bagnare con la bagna al maraschino. Ripetere l’operazione formando diversi strati, fino a riempire la zucca, completando con i cubetti di zucca caramellata, sui quali fare degli spuntoni di cremoso (con il sac a poche).

Realizzare i “denti” con la pasta di zucchero bianca, da attaccare su un pezzetto di bordo sia della zucca riempita sia della parte superiore, quella rimasta vuota. Chiudere dunque con la parte superiore di finta zucca, facendo coincidere i denti. Fare dei triangolini sempre con la pasta di zucchero bianca e attaccarli sulla parte superiore, per fare gli occhi, da completare con pasta di zucchero marrone facendo le pupille. Aggiungere infine il naso, fatto di pasta di zucchero arancione.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *