Domenica In VS Domenica Live: Barbara d’Urso asfalta Paola Perego

By on ottobre 6, 2014
foto perego insegno d'urso

Al mondo bisogna saper stare” è un detto ricorrente, questo, che sottolinea l’importanza della furbizia per cavarsela nelle situazioni difficili e tutto ciò vale nella vita come in televisione. Così avere a disposizione molti ospiti conosciuti può essere meno appagante, in termini di ascolto, che invitare personaggi meno rilevanti se non si ha la capacità di cavarne un’intervista coinvolgente per i telespettatori.

Domenica In VS Domenica Live: Barbara d’Urso asfalta Paola Perego e porta a casa la vittoria al primo scontro con la nemica di sempre. Non solo regina del pomeriggio feriale, ora anche nel dì festivo la conduttrice di Canale 5 impone il suo stile che ormai è diventato un brand a tutti gli effetti.

E allora al via con la competizione che vede Domenica In VS Domenica Live, Barbara d’Urso batte clamorosamente Paola Perego che, nonostante l’effetto novità e i molti ospiti annunciati, non riesce a sfondare nemmeno con l’aiuto di Pino Insegno: poca sintonia per i due e molti difetti per un debutto che non ha convinto.

foto_perego_insegno_domenica_in

Veniamo dunque ai dati auditel della giornata di ieri che hanno visto Domenica In registrare, nell’anteprima alle 16:00, il 10.19% con 1.454.000 telespettatori mentre nel programma vero e proprio, iniziato verso le 16:35, il 13.66% con 1.885.000 spettatori. Il netto risulta essere 1.817.000 e 13.1%. Dal canto suo Domenica Live incassa, nelle parti che si scontrano con lo storico contenitore, il 14.81 % e 2.034.000 telespettatori nel segmento Storie che diventano il 15.7% e 2.058.000 nella prima parte, poi il 14.62% e 2.179.000.

Si riprende dunque la d’Urso dopo il disastro della scorsa settimana mentre Perego e Insegno non partono bene, il programma è infatti un’accozzaglia di idee messe un po’ a casaccio. Quindi, seppur si nota una idea di fondo e quindi una struttura autorale, la confusione regna e il feeling tra i due non è pervenuto. Riusciranno a migliorare i propri risultati oppure si prospetta per il contenitore di Rai1 un’altra stagione sottotono?

About Manuel Lardelli

Nato nel 1996, giovane aspirante giornalista, frequenta il quinto anno del liceo linguistico. Le sue passioni sono la musica e la televisione; ama infatti Madonna e Kylie Minogue e si diletta a scrivere riguardo a ciò che succede davanti e dietro le quinte del piccolo schermo. Sogna una vita fatta di scadenze, corse, orari incerti, pezzi scritti, servizi montati e magari di apparire in video.

3 Comments

  1. Mario

    ottobre 6, 2014 at 14:55

    Domenica in e’ troppo lungo e noiso nei vari interventi degli ospiti. Per quanta a riguarda il tempo dedicato alla musica sono stati scritturati cantanti troppo vecchi e con un successo molto limitato che dovrebbero correre con giovani cantanti usciti da talent molto bravi e seguiti da numerosi fan per cui. essendo stati ascoltati 4 soli esordienti su 16 la noia si è’ fatta molto sentire

  2. Rossella

    ottobre 6, 2014 at 18:56

    Su RealTime va in onda “Il nostro piccolo grande amore”: lo seguo molto volentieri perché è rimasto l’unico programma in cui mi riconosco, almeno da un certo punto di vista. Jam nella puntata di ieri ha tenuto un discorso che spiega il successo di Domenica live, non mi riferisco al contenuto… a colpirmi è stato il registro narrativo e la contaminazione tra tecnicismi e stati d’animo. Barbara D’Urso, regina delle faccette, ostenta gli stati d’animo in un Paese in cui va in televisione un medico come il professor Mandelli e regolarmente qualcuno afferma:- quest’uomo è un santo!-
    Accade perché per contrasto emerge la persona e la passione che mette nel suo lavoro. Ora mi chiedo… prendiamo un po’ i discorsi ufficiali e analizziamo le espressioni stereotipate, non mi riferisco solo a quelle in cui l’enfasi è l’elemento preponderante (quelle che le condanniamo ed è risaputo)… ad esser franca, non ho apprezzato neanche l’ultima puntata di Servizio pubblico… pur non simpatizzando per il ministro Boschi ero dalla parte della gente e del ministro Boschi che si racconta come donna e facendolo ha spiegato come imposta il suo lavoro, cosa intende per famiglia, cosa intende per successo… questa scelta è del tutto inedita, ma questo non significa che sia sbagliata. E’ sbagliato usare espressioni come: -mi si riempie il cuore di gioia?-

  3. Pingback: Pippo Baudo vs Domenica In: basta talent in TV. Guerra con la Perego? | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *