Fabrizio Corona scrive a Verissimo: la lettera e le lacrime della madre

By on ottobre 4, 2014
foto_fabrizio_corona

In questi giorni il suo nome sta facendo molto “rumore”: il tutto è iniziato dalle sconvolgenti dichiarazioni di sua madre, la quale durante una puntata di Mattino 5, ha dichiarato che il proprio figlio si troverebbe in pessime condizioni di salute. Da qui la decisione della madre stessa di chiedere la grazia parziale a Giorgio Napolitano; questa richiesta è stata sostenuta da diverse figure del mondo dello spettacolo tra cui anche Adriano Celentano.

Ebbene, oggi pomeriggio, nel salotto di Verissimo, la padrona di casa Silvia Toffanin ha ospitato mamma Gabriella e letto una lettera che lo stesso Fabrizio Corona avrebbe indirizzato alla conduttrice. Non è stato svelato tutto il contenuto della missiva ma soltanto un piccolo passo, un accenno in cui si scopre un Fabrizio Corona preoccupato per la mamma.

Nella lettera, il “re dei paparazzi” si rivolge alla conduttrice chiedendole una cortesia e carineria nei confronti della madre. Dopo il salto è possibile leggere il contenuto di questo stralcio e vedere la reazione commovente di mamma Gabriella alle parole del figlio. 

foto_fabrizio_corona2

Ti seguo sempre, sei diventata veramente brava, bravissima. Ti chiedo solo una cosa per l’intervista a mia madre. Mettici il cuore. E tu ce l’hai grande. Un bacio grande Fabrizio” questo Corona avrebbe scritto in un passaggio della lettera. La conduttrice, accolto il messaggio, chiede a mamma Gabriella di commentare la lettera scritta da Celentano al Presidente della Repubblica e questa è stata la sua risposta: “È stata un’emozione forte e profonda. Innanzitutto voglio ringraziare di cuore Adriano Celentano che è un mito per tutti noi ed è una persona con una grande anima. Celentano è stato il primo a comprendere chi è veramente Fabrizio, un misto di spavalderia e tenerezza”.

La madre ha inoltre affermato che Fabrizio Corona è stato molto contento del gesto fatto dal cantautore italiano e che il carcere ha fatto bene al figlio perchè lo ha fatto riflettere e cambiare ma, allo stesso tempo, gli ha fatto e continua a fargli del male: “è molto depresso e molto dimagrito, per cui spero di farlo uscire da lì al più presto per poterlo far curare bene

Infine un appello sincero e commovente, accompagnato dalle lacrime, da mamma a figlio: “Avrei voluto condividere con te questa gioia immensa. Vedo tutta questa gente che ti vuole bene e ora, addirittura il grandissimo Celentano si è schierato con te. Cosa posso dirti, è una cosa troppo bella e allora dobbiamo avere la speranza che presto tutto si potrà risolvere nel migliore dei modi. Ti voglio bene”.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

6 Comments

  1. Daniela Caravaggi

    ottobre 4, 2014 at 21:15

    Questo paese non ha giustizia ma solo corruzione! Fabrizio deve essere graziato! Ha una condanna assrdamente spropositata solo xche’ ha pestato i piedi a qualcuno che ha i soldi x rssetdi comprato i giudici! Nemmeno chi uccide ha una condanna cosi’ alta e un tratta!mentoda carcere FI massima sicurezza!!!

  2. bruno

    ottobre 5, 2014 at 00:13

    cara Daniela Caravaggi, non rispondo alla tua perché quado l’ignoranza parla l’intelligenza tace. Corona deve pagare

    • bruno

      ottobre 5, 2014 at 00:16

      taci, che fai più bella figura

  3. bruno

    ottobre 5, 2014 at 00:14

    caravaggi taci, non scorreggiare con a bocca

    • Daniela Caravaggi

      ottobre 5, 2014 at 03:57

      Addiritura 3 messaggi…si vede che ti tocca molto la questione…

  4. Pingback: Fabrizio Corona scrive a Virus – Il contagio delle idee: “Il carcere mi sta mangiando vivo” | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *