La prova del cuoco, le ricette del 9 ottobre 2014 realizzate tra tradizione e gusto

By on ottobre 9, 2014

Nuovo appuntamento con lo show culinario più famoso d’Italia. Tante nuove ricette pronte da gustare, con un pizzico di innovazione che non guasta mai. Sarà ancora l’inossidabile Anna Moroni a condurci in un’esecuzione tanto strana quanto interessante: tra pochissimo vedremo cos’ha combinato. Innovazione contro semplicità: per i palati più “conservatori”, assolutamente da provare i fusilli ai pomodorini gratinati, portati in tavola ieri da Tessa Gelisio a Cotto e Mangiato.

La puntata de La prova del cuoco di oggi, 9 ottobre, si è caratterizzata per una serie di ricette sviluppate tra tradizione e gusto. Se Anna Moroni ha realizzato una curiosa Torta di semolino ai lamponi, Luisanna Messeri si è cimentata in un Rustico ricotta e salame tratto da Il Mangiarbene di Scognamiglio. Se invece preferite cucinare risparmiando, non perdetevi la Pirofila di patate alla birra proposte da Anna nella puntata di ieri.

Se le ricette di oggi de La prova del cuoco hanno portato in tavola tradizione e gusto, i Garganelli ai fiori di zucca di Alessandra Spisni hanno esaltato le doti da maestra sfoglina della cuoca bolognese. Tutte le ricette sono illustrate nella nostra Gallery, di seguito descriveremo passo passo la procedura da seguire.

foto_la_prova_del_cuoco_fetta_torta_di_semolino

Garganelli ai fiori di zucca di Alessandra Spisni. Puliamo i fiori di zucca, privandoli del gambo e del pistillo. Mettiamo i gambi e i pistilli ottenuti in una pentola d’acqua salata e portiamo a ebollizione. A questo punto, togliamo dal fuoco e filtriamo l’acqua. In una padella, soffriggiamo l’aglio, la cipolla tritata con l’olio e il burro. Aggiugiamo i fiori tagliati a striscioline e cuociamo. Aggiustiamo di sale e pepe e bagnamo con il brodo ottenuto dai pistilli. Cuociamo i garganelli in quel brodo, eventualmente aggiustando di sale. Scoliamo e versiamo i garganelli nella salsa. Impiattiamo con una spruzzata di prezzemolo fresco.

Torta di semolino e lamponi di Anna Moroni. Laviamo l’arancia e asciughiamo bene. Grattugiamo la scorza. In un pentolino, scaldiamo il latte e la scorza d’arancia. Versiamo il semolino a pioggia e cuociamo per 5 minuti, continuando a mescolare. Aggiungiamo il burro tagliato a pezzetti, lo yogurt e lo zucchero di canna. Mescoliamo bene e lasciamo intiepire. Aggiungiamo le uova. Foderiamo uno stampo da plum-cake e versiamo i 2/3 del composto. Distribuiamo i lamponi e copriamo ancora con il composto. Inforniamo a 200°C per circa 25 minuti. Serviamo il dolce completamente freddo.

Rustico ricotta e salame di Luisanna Messeri. Prepariamo la brisée. In un mixer, versiamo la farina, il burro a tocchetti e il sale. Impastiamo premendo il pulsante a intermittenza. Togliamo dal mixer e aggiungiamo 2/3 cucchiai di latte o acqua fredda. Impastiamo con la punta delle dita fino a ottenere un impasto elastico. Copriamo con la pellicola e lasciamo riposare per 40 minuti in frigorifero. Prima dell’utilizzo, rilavoriamo un po’ con le mani e stendiamo una placca da 5 mm di spessore. In una terrina, sbattiamo le uova e stemperiamo la ricotta. Aggiungiamo il parmigiano. Mescoliamo bene poi aggiungiamo la scamorza a dadini, l’emmenthal e il salame tagliato a pezzetti. Prepariamo la brisée e tagliamo in due parti non esattamente uguali. La parte più grande va stesa con il mattarello per poi foderare una teglia da 30 cm precedentemente imburrata. Con la pasta rimasta, realizziamo un coperchio che adageremo sulla torta. Bucherelliamo e mettiamo in forno a 180°C per 50 minuti.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *