Legàmi, sabato 11 ottobre, Ricardo minaccia Diana

By on ottobre 10, 2014
Foto Legàmi sabato 11 ottobre

La soap opera portoghese di Rai 1, che ancora resiste nel palinsesto televisivo dell’ammiraglia Rai anche se soltanto per un giorno alla settimana, ci offre domani pomeriggio un nuovo doppio episodio ricco di emozioni e colpi di scena. Ormai tutti i segreti e gli inganni stanno venendo a galla con il loro bagaglio di sofferenze, rancori e paure. E vediamo, allora cosa accadrà a Lisbona.

Nell’episodio di sabato scorso abbiamo assistito a tutta la malvagità di uno dei protagonisti della soap e, così, in Legàmi, in onda sabato 11 ottobre, vediamo che Ricardo minaccia Diana. L’uomo, dopo averla voluta incontrare con l’inganno, le dice chiaramente che se il bambino non è il suo ci saranno gravi conseguenze.

Il cugino di Joao, spacciandosi per Henrique, aveva dato un appuntamento alla sua ex complice e amante e, ora, in Legàmi di sabato 11 ottobre Ricardo minaccia Diana, dicendole che se il figlio che aspetta non è il suo farà ricomparire il corpo di Henrique e la denuncerà per l’omicidio del padre di suo marito.

foto_legami_gi

Diana, però, non si lascia intimidire e, a sua volta, minaccia Ricardo dicendogli che anche lei conosce i suoi scheletri nell’armadio. La ragazza sa della sua truffa alla Yo-Yo e per questo potrebbe denunciarlo. Ricardo è disposto anche a pagare il suo debito con la giustizia pur di vendicarsi. Per Diana, poi, le cose non vanno bene neanche con Joao che, invece, è sempre più convinto di voler tornare con Ines. Il giovane medico, infatti, non ha più nessuna intenzione di continuare questo matrimonio e lo dice anche a sua madre che, invece, raccogliendo le confidenze di Diana sofferente, cerca di consolare la nuora.

Anche Eunice cerca di aiutare Diana, nascondendosi però da Ines. La donna invita la figlia a pranzo al ristorante e, nonostante, Ines veda l’armonia che c’è tra Eunice, Diana e Tiago, non riesce ad avvicinarsi ma, soprattutto, a fidarsi della sorella. A complicare ancora di più la situazione ci pensa Joao che arriva al ristorante per cercare Ines, proprio quando Diana è là. Il ragazzo è sempre più depresso e cerca di riavvicinarsi all’ex fidanzata, tanto che le chiede un altro appuntamento. Ines, nonostante abbia paura di soffrire ancora, accetta perché anche per lei l’amore per Joao non è mai finito. I due ex fidanzati, però, devono fare attenzione perché Diana segue il marito ed è disposta a tutto, anche ad ucciderli entrambi qualora si dovessero incontrare.

Pure il matrimonio tra Fatima ed Alvaro sta cominciando a vacillare. L’uomo, a differenza della moglie, non crede nell’innocenza di Marco e, così, non vuole sapere niente della sua fuga dal riformatorio. E, soprattutto, dove si è nascosto. Intanto i ragazzi di Missione Impossibile (Ze, Lupino e Liliana) cercano in tutti i modi di provare l’innocenza di Marco. Anche Gi ingaggia i tre ragazzi con lo scopo di trovare un modo per far finire il matrimonio di suo figlio e Graça.

Infine, nella puntata di domani di Legàmi, vediamo Manel vessato sul lavoro da Luis, sempre geloso del suo rapporto con Catarina, anche se l’ex cognato di Joao ha detto alla ragazza di non sentirsi ancora pronto per andare a vivere insieme a lei. E per una storia che ha difficoltà a partire, sembra che ce ne sia un’altra pronta a decollare: quella tra Gastao e Sheila, anche se la differenza di classe sociale tra i due è troppo evidente.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

One Comment

  1. Pingback: Legàmi, sabato 18 ottobre: Diana chiede a Joao di perdonarla ma lui ormai pensa solo ad Ines | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *